Gli italiani si classificano come i primi consumatori di acqua minerale in Europa e i terzi al mondo.

Ma per chi tiene al proprio benessere, all’impatto sull’ambiente e anche al portafoglio, ci sono molte buone ragioni per bere l’acqua del rubinetto o delle fontanelle presenti in città.

Sia in viaggio che negli spostamenti in città, una buona pratica è quella di portare sempre con sé una borraccia o un contenitore riutilizzabile e di usufruire della rete dell’Acquedotto Milanese attraverso le fontanelle pubbliche, che a Milano vengono chiamate “vedovelle” , o gli erogatori delle 26 case dell’acqua che forniscono acqua fresca, liscia o gassata, il tutto a costo zero.

L’acqua è un bene prezioso per il mondo intero e per ogni essere vivente e merita quindi una scelta consapevole: analizziamo una per una le ragioni che devono spingere a questa decisione.

 

E-mail

E-mail

servizio.clienti@mmspa.eu

Per contenere l’uso della plastica monouso

Gli italiani bevono una media di 206 litri a testa all’anno di acqua in bottiglia producendo più o meno otto miliardi di bottiglie di plastica l’anno.

Per ridurre l’inquinamento

Considerando che in media servono circa due chili di petrolio per ottenere un chilo di plastica Pet, per soddisfare il fabbisogno annuale di sei miliardi di bottiglie da un litro e mezzo servono in totale più di 450 mila tonnellate di petrolio e vengono emesse oltre 1,2 milioni di tonnellate di CO2. La plastica rappresenta inoltre una minaccia per il nostro mare.

Perché è controllata e garantita

L’acqua del rubinetto a Milano è sottoposta a controlli severissimi, sia da parte del laboratorio di MM, sia da ATS (Agenzia di Tutela della Salute). Nel solo 2018 sono stati effettuati 17.461 campionamenti. In aggiunta ai campionamenti è presente un sistema di monitoraggio on line, su fibra ottica in tempo reale, dei principali parametri chimico – fisici per tutta l’acqua distribuita nella città di Milano. 

Perché è “a km Ø”

L’acqua del rubinetto non deve fare lunghi viaggi, ma solo alcune centinaia di metri, dalla falda sotto la città al rubinetto della nostra casa. Nel 2018 a Milano sono stati distribuiti 217,6 milioni di metri cubi di acqua.

Perché costa poco

1000 litri di acqua del rubinetto a Milano costano solamente 80 centesimi.

Perché è sana

L’acqua del rubinetto contiene una giusta quantità di sali necessari all’equilibrio salutare dell’organismo.

Perché è sempre disponibile

Non deve essere trasportata ed è sempre a portata di mano nella tua casa o nei punti di distribuzione che trovi in città. Nella sola Milano ci sono 26 case dell’acqua e 586 fontanelle (le Vedovelle).

Dello stesso tema

 / 
Tutti +