Dopo 133 giorni di chiusura, la Scala torna a offrire una programmazione con quattro Concerti da camera straordinari che vedono alternarsi cantanti di spicco ,grandi strumentisti, giovani cantanti e musicisti della Filarmonica.

I posti disponibili sono ridotti per 600 spettatori nel rispetto delle ordinanze relative al distanziamento di sicurezza e saranno disponibili in vendita - esclusivamente online - a partire dalle ore 11 di mercoledì 1 luglio. Posti di platea e palco a 48 euro, in galleria a 24 euro, inclusa prevendita.

I concerti sono in vendita esclusivamente online su www.teatroallascala.org e su www.ticketone.it

I concerti sono inseriti nel palinsesto “Aria di Cultura” del Comune di Milano.

I concerti sono trasmessi in diretta streaming sui canali Facebook e YouTube del Teatro alla Scala e su www.corriere.it

Simone Piazzola - Beatrice Rana - Mischa Maisky

ESEGUITO - 6 Luglio 2020

Tre grandi musicisti, hanno riaperto il Teatro alla Scala davanti a 603 spettatori dopo 133 giorni di chiusura. Il baritono Simone Piazzola la pianista Beatrice Rana, e il violoncellista Misha Maisky, hanno presentato un programma (75 minuti, senza intervallo) con arie d’opera, i Sonetti del Petrarca di Liszt e pagine cameristiche per i due strumentisti.  

Il baritono Luca Salsi, già protagonista di due inaugurazioni (Andrea Chénier e Tosca) è stato sostituito all'ultimo da Simone Piazzola affiancato dalla pianista Beatrice Rana, il cui ultimo CD per Warner ha vinto il Diapason d’Or 2019 segnando un’ulteriore affermazione per una carriera ormai planetaria.

Il grande violoncellista Mischa Maisky è ritonato alla Scala per la prima volta dal 2012.

La registrazione del concerto è disponibile qui

Francesco Meli - Federica Lombardi - Patricia Kopatchinskaja

8 luglio 2020

Federica Lombardi -soprano-, Francesco Meli- tenore-, Patricia Kopatchinskaja - violino-,  presentano un programma con musiche di Beethoven, Mozart, Verdi, Leoncavallo, Giordano. Al pianoforte l’esperto accompagnatore Giulio Zappa.

Francesco Meli, dal 2004 (Cavaradossi nella Tosca diretta da Riccardo Chailly), a oggi ha interpretato alla Scala sei titoli di Verdi oltre a Mozart, Donizetti e Puccini.

Tenore verdiano tra i più acclamati del nostro tempo, alla Scala ha cantato in Otello (Cassio), Giovanna d’Arco (7 dicembre 2015), I due Foscari, Don Carlo, La traviata, Ernani, Il trovatore cui si aggiunge la Messa da Requiem diretta da Riccardo Chailly. Il concerto di mercoledì è l’occasione per ascoltarlo in tre parti verdiane che alla Scala non ha mai affrontato: Riccardo di Un ballo in maschera, Rodolfo di Luisa Miller e Otello, oltre che nell’aria di Loris da Fedora.

Meli dividerà il palcoscenico con il soprano Federica Lombardi che dopo gli studi in Accademia è stata applaudita alla Scala come Musetta e soprattutto come Anna Bolena avviandosi a una brillante carriera internazionale che proprio nelle scorse settimane avrebbe dovuto vederla protagonista alla Scala de L’amore dei tre re di Montemezzi e nelle prossime a Salisburgo come Donna Elvira diretta da Currentzis. Presenterà in concerto la grande aria di Donna Anna del secondo atto di Don Giovanni e pagine da Il Corsaro di Verdi e Pagliacci di Leoncavallo, infine concluderà la serata con il duetto da Otello con Meli

Con loro la star del violino Patricia Kopatchinskaja, tra le figure più carismatiche e originali del panorama concertistico, con un repertorio che spazia dal barocco al Novecento storico e alla musica contemporanea. Il suo vasto repertorio spazia dal Barocco al Novecento storico fino alle collaborazioni con i nomi più brillanti del panorama contemporaneo: alla Scala porterà la “Sonata a Kreutzer” di Ludwig van Beethoven accompagnata dal pianista Joonas Ahonen.

 

Nuove voci alla Scala

13 Luglio 2020

Ex allievi dell’Accademia e vincitori di concorsi di canto italiani: Irina Lungu -soprano-, Federica Guida -soprano-,Caterina Maria Sala -soprano- Szilvia Vörös -mezzosoprano- Raffaele Abete -tenore- Fabio Capitanucci -baritono- ,Jongmin Park -basso- accompagnati al pianoforte dal Direttore d'Orchestra Michele Gamba, presentano un programma con musiche di Rossini, Mozart, Verdi, Massenet, Puccini, Gounod.

Irina Lungu, in questi giorni avrebbe dovuto essere Donna Anna a Vienna, il baritono Fabio Capitanucci, i cui impegni in queste settimane includevano l’Opera di Firenze, la Welsh National e il Liceu di Barcellona, e Jongmin Park che avrebbe dovuto essere presto all’Arena di Verona. La ventitreenne palermitana Federica Guida è invece la vincitrice del Concorso di Portofino 2019, mentre Caterina Maria Sala, proveniente da una famiglia di cantanti di Como, dopo la vittoria come voce emergente al concorso AsLiCo 2019 avrebbe dovuto debuttare alla Scala nel 2020 in Pelléas et Mélisande. Giovane ma già in carriera è il tenore napoletano Raffaele Abete, perfezionatosi con Lella Cuberli, che è stato recentemente Pinkerton a Vienna, Verona e Bologna. Infine Szilvia Vörös è recentemente passata dalla compagnia dell’Opera di Budapest a quella di Vienna dove ha interpretato numerosi ruoli.

La Scala da camera

15 Luglio 2020

Gli Strumentisti della Filarmonica tornano alla Scala in concerto con un programma cameristico.