Ida Marinelli, una delle fondatrici del Teatro Elfo Puccini, ci porta con sè in una delle sue passeggiate preferite, da Via Benedetto Marcello alla zona del Conservatorio, dove ama perdersi in momenti di quiete ammirando le numerose facciate liberty che popolano le vie intorno.

Via Benedetto Marcello

Partiamo da Via Benedetto Marcello, una delle parallele di Corso Buenos Aires più tranquille e caratteristiche, grazie alle numerose casette variopinte che popolano il viale ricco di alberi, giardini e panchine.

Sembra incredibile che solo a due passi ci sia una delle vie dello shopping più vibranti della città, dove tra l'altro ha sede il Teatro Elfo, di cui Ida stessa è una delle fondatrici.

Giardini Indro Montanelli

I giardini di Porta Venezia non hanno bisogno di presentazioni. Sono il luogo perfetto dove godere delle possibilità offerte dagli ampi spazi, all'ombra degli alberi secolari.

Al loro interno, permangono varie istituzioni che si occupano del tempo libero dei Milanesi. Tra le altre, il Museo Civico di Storia Naturale e il Planetario.

Villa Necchi Campiglio

Villa Necchi Campiglio è la prossima tappa.

Ida non vede l'ora di ritornarci non appena sarà aperta e sarà nuovamente possibile partecipare alle visite guidate a numero chiuso organizzate dal FAI (Fondo Ambiente Italiano) per ammirare così una delle ville più belle della città, oppure godere della frescura del suo giardino, che non solo offre un rilassante bordo piscina, ma anche una ricca coltivazione di camelie e altre piante dalla fioritura spettacolare.

 

Via del Conservatorio e dintorni

Ida ci racconta che ha frequentato questa zona molto spesso, soprattutto di notte, quando la tranquillità delle strade vuote le permetteva di ammirare senza distrazioni le facciate liberty dei palazzi nei dintorni, tra cui una delle più notevoli è certamente quella di Casa Campanini.

Itinerari dello stesso tema

 /