Milano si suddivide in 9 Municipi, ciascuno caratterizzato da una propria identità geografica, storica, sociale e culturale.

Qui trovi una breve sintesi dei quartieri che compongono la Città con la segnalazione dei punti di interesse e di itinerari dedicati.

Municipio 1 - Il centro storico

Questo è il cuore di Milano, la parte più antica della città.

Puoi partire da Piazza Duomo, su cui si affaccia imponente la bellissima Cattedrale, fare una full immersion di shopping nel Quadrilatero della Moda, o un'incursione nella vivace Via Torino, che nasconde al suo interno la Chiesa di Santa Maria presso San Satiro, fino a inoltrarti nella zona di Carrobbio, delimitata dalle Colonne di San Lorenzo. Qui vicino, il Parco delle Basiliche è una tranquilla zona verde che congiunge le basiliche di San Lorenzo e Sant'Eustorgio.

Uscendo dalla fermata "Duomo" della Metro (linea M1 rossa e M3 gialla) e ponendoti di fronte alla Chiesa, troverai alla tua sinistra la Galleria Vittorio Emanuele II che, se percorsa in lunghezza, ti condurrà a Piazza della Scala, dove troverai l'omonimo Teatro e Palazzo Marino, sede del Comune di Milano. Alla tua destra, invece, resteranno il cortile di Palazzo Reale, sede di mostre di prestigio internazionale, e il Museo del Novecento. Il brutalismo è di moda su Instagram e dirigendoti verso la stazione metro "Missori" (linea M1 rossa) puoi trovarne un esempio ammirato in tutto il mondo: la Torre Velasca.

Oppure puoi attraversare Cordusio (fermata della metro rossa, linea M1) con i suoi palazzi eleganti e l'irriverente monumento ideato da Cattelan in Piazza degli Affari, per raggiungere l'area di Parco Sempione, dominata dal Castello Sforzesco. Non dimenticarti di visitare la Pinacoteca Ambrosiana!

Da qui, puoi fare una passeggiata nel quartiere ultra chic di Brera, visitare l'omonimo Orto Botanico e le opere d'arte conservate in Pinacoteca; oppure proseguire verso ovest, in cerca di scorci suggestivi nella zona medievale di Cinque Vie e di Porta Magenta, fermandoti ad ammirare "L'Ultima Cena" di Leonardo da Vinci, la Chiesa di Santa Maria delle Grazie e la Basilica di Sant’Ambrogio, al confine con il Municipio 6.

Municipio 2 - Tra la Stazione Centrale e la periferia rurale di Milano

Punto nevralgico degli arrivi e delle partenze in treno, l'edificio della Stazione Centrale di Milano si distingue per le sue linee neoclassiche. Questo distretto si sviluppa lungo la direttrice nord-est fino a raggiungere il Villaggio dei Giornalisti e il quartiere post bellico della Maggiolina. A questo link trovi un itinerario per leggere le architetture novecentesche disseminate lungo il tragitto. 

La tendenza green degli ultimi anni sta mettendo sempre più in luce le zone di Gorla (stazione della linea metropolitana M1 rossa) e Crescenzago (stazione della linea metropolitana M2 verde) capaci di coniugare elementi rurali e urbani.

Municipio 3 - Il quartiere dei giovani

Nella zona orientale della Città si concentra l'energia creativa dei giovani e degli studenti universitari (tra le sue aree più note rientra "Città Studi", dove è collocata la sede principale del Politecnico di Milano e alcune facoltà della Statale).

Questo distretto ha assunto un'identità così peculiare da aver trovato espressione nell'acronimo NoLo - North of Loreto, stazione di incontro tra le linee verde e rossa della metro, al confine con il Municipio 2. Lungo la linea verde sorge anche la nevralgica stazione di Lambrate, che fino al 1923 era un Comune autonomo; mentre la zona di Ortica, a sud di Lambrate, è famosa per la street art. Non mancano porzioni verdi a spezzare il paesaggio urbano: la più importante è il Parco Lambro, tra i più grandi in città con i suoi oltre 930.000 mq di verde.

L'area più vicina al centro è quella di Porta Venezia, che si distingue per le costruzioni in stile liberty, gli amatissimi Giardini Pubblici Indro Montanelli e la movida sfavillante lungo Corso Buenos Aires.

Municipio 4 - Dai resti romani agli aperitivi chic

Questa zona di Milano è servita dalla linea gialla della metropolitana M3 (stazioni Porta Romana, Lodi TIBB, Brenta, Corvetto, Porto di Mare, Rogoredo FS e San Donato) e si caratterizza per la presenza di alcune zone di interesse storico, come quella in cui sorgono le Terme. In particolare, qui si trovano due porte della città: Porta Vittoria - succursale di Porta Venezia - e Porta Romana, che rappresenta una delle sei porte principali della Città.

Quest'area si caratterizza per la vivacità dei suoi locali e rientra tra gli indirizzi "top" per un aperitivo di design. Immancabile una visita ai Bagni Misteriosi, che in inverno si trasformano in una pista per pattinare tra le luci, e all'adiacente Teatro Franco Parenti, ospite di spettacoli avant-garde.

Tra le zone verdi rientra il Parco Vittorio Formentano: sono tanti gli appuntamenti con la musica e il teatro organizzati nella Palazzina Liberty intitolata a Dario Fo e Franca Rame.

Spingendosi più a est, lungo l'asse che collega la zona vicina a Lambrate con l'aeroporto di Linate, si incontra il Quartiere Forlanini, racchiuso tra la cintura ferroviaria, via Mecenate (dove ha sede il periodico East Market cittadino) e la tangenziale est.

Municipio 5 - Tra borghi rurali e periferia contemporanea

Nella zona meridionale di Milano trovi questo distretto poliedrico, che si caratterizza per la compresenza di zone storicamente centrali e aree periferiche dal carattere rurale.

Porta Ticinese, detta Porta Marengo in epoca napoleonica, era una delle sei porte principali di Milano, ricavata lungo gli ormai dismessi bastioni spagnoli. Data la collocazione geografica, si apriva lungo la strada per Pavia. Porta Lodovica era la sua succursale, mentre Porta Vigentina era la succursale di Porta Romana.

Tra i principali luoghi di interesse ti segnaliamo Chiaravalle, famosa per la sua Abbazia in stile gotico, il cui abitato è circondato dalla campagna e resta separato dal tessuto urbano; e la zona di Chiesa Rossa, capolinea della metropolitana verde M2 (fermata "Abbiategrasso - Chiesa Rossa"), che prende il nome dall'omonimo edificio religioso in mattoncini rossi posizionato lungo la strada per Pavia.

Il distretto è composto da alcune frazioni urbane che in passato costituivano i "Corpi Santi di Milano", borghi agricoli e cascine ubicati al di là dei confini segnati dalla mura della Città, e da quartieri storici tipici, come il "Burg dè furmagiatt" situato in Corso San Gottardo.

L'anima verde della circoscrizione è evidente a Gratosoglio, ex borgo rurale e capolinea del tram numero 3, così come nel Parco Agricolo Sud, area naturale protetta che si estende oltre i confini urbani abbracciando numerosi Comuni della Città Metropolitana.

Municipio 6 - Navigli e dintorni

Se scendi alla stazione ferroviaria e metropolitana (linea M2 verde) di Porta Genova sarai a pochi passi dai Navigli, luogo di incontro inter-generazionale immerso in un'atmosfera vivace e festosa.

Questa è una delle zone più consigliate per prendere un aperitivo in compagnia, in uno dei tanti locali che si affacciano sui canali, ma anche per fare un giro al mercato della Darsena o per scoprire l'atmosfera romantica e boho-chic dell'altro quadrilatero della Moda, tra le vie che ogni anno ospitano il frequentatissimo Fuori Salone.

Avvicinandoti al centro, invece, a due passi dalla stazione della metropolitana di Sant'Ambrogio (linea M2 verde) troverai il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci e l'omonimo Quartiere intitolato al Santo Patrono di Milano.

La circoscrizione del Municipio 6 si estende fino ai confini tra la Città e il Comune di Corsico, attraversando i quartieri Giambellino (in quest'area, da non perdere la Chiesa di San Cristoforo, costruita sull'Alzaia del Naviglio Grande), Lorenteggio e Barona. Una parte del Parco Agricolo Sud rientra in quest'area.

Municipio 7 - L'anima verde di Milano

Non solo San Siro, che con la sua maestosa presenza ospita le partite delle squadre di calcio cittadine Inter e Milan e i grandi eventi musicali internazionali in una cornice panoramica unica, ma anche tanto spazio verde a dimensione d'uomo e due linee metropolitane, di cui una di ultima generazione (la M5 lilla, che si aggiunge alla M1 rossa) che collegano questa periferia al centro.

Il Municipio 7 vanta il maggior numero di aree verdi in tutto il Comune. Il suo territorio comprende il Parco delle Cave, che al suo interno ospita Cascina Linterno (luogo capace di rigenerare alcune tradizioni contadine proponendo molte iniziative "d'altri tempi"), il Parco di Trenno, il Parco di Baggio, il Bosco in Città, il Parco Valsesia, il Parco Annarumma e il Parco del Centenario, al confine con Trezzano sul Naviglio.

Il quartiere di Baggio, di manzoniana memoria, è il borgo più antico tra quelli ricompresi nel distretto; Porta Magenta era una delle sei porte principali di Milano, collocata al confine ovest della Città, lungo la strada per Vercelli; mentre nelle zone di Muggiano e Assiano puoi osservare ancora oggi i fontanili, corsi d'acqua utilizzati per ll'irrigazione dei campi, conservatisi nei secoli dall'epoca dei Romani.

Municipio 8 - Funzionalità e design di lusso nell'area della vecchia Fiera

I quartieri ricompresi nel Municipio 8 presentano caratteristiche molto diverse tra loro: la bellezza austera del Cimitero Monumentale; il carattere esotico ma al contempo "local" di Chinatown (Via Paolo Sarpi e dintorni, popolata da pasticcerie, negozi e laboratori artigiani); l'aspetto glamour prodotto dalla riqualificazione di molte strade ed edifici della Città (come ad esempio la Fabbrica del Vapore) fino al design di lusso di City Life.

Municipio 9 - Il dinamismo di Milano nord

L'area a nord del centro cittadino descrive il carisma e lo spirito commerciale della City, che trovano espressione nelle linee futuristiche di Piazza Gae Aulenti, nel profilo floreale del Bosco Verticale, nelle architetture lineari della Triennale, di Palazzo Lombardia (sede della Regione) e della stazione di Milano Porta Garibaldi. In questa zona, tutti gli edifici sembrano puntare in alto.

I quartieri di Isola e Porta Nuova sono vivaci e creativi, sia per la presenza di negozi (con la famosa Corso Como) sia per i tanti locali - punto di ritrovo per i giovani. In questa zona sorgono inoltre i distretti universitari di Bovisa e Bicocca.

Il Municipio 9 è attraversato dalla linea metro M3 gialla che passando per Niguarda (centro ospedaliero di eccellenza), Affori e Bruzzano, termina nel capolinea Comasina.