La campagna quartieri si avvale anche della collaborazione di Gitec, l’Associazione Guide italiane Turismo e Cultura che, per un fine settimana al mese, accompagnerà gli interessati alla scoperta dei quartieri con nuovi tour tematici creati ad hoc condotti dalle proprie guide turistiche, professionisti abilitati.
Le visite guidate sono realizzate grazie al contributo dell'Assessorato al Turismo del Comune di Milano.

 

Tour day: 15 maggio ore 15:30 (ritrovo ore 15:15)

Istruzioni per i partecipanti:

  1. Per prenotare: A cura di GITEC - Compilare il form di prenotazione raggiungibile a questo link:  https://www.confcommerciomilano.it/it/associazioni/categoria/gitec/index.html , indicando cognome, nome, telefono e titolo del tour per cui si prenota.  Le prenotazioni sono aperte fino alle ORE 12 di VENERDI’ 14 MAGGIO
  2. L’uso dei dispositivi di protezione da parte dei partecipanti è obbligatorio, come anche l’osservanza delle regole di distanziamento e precauzione anti-covid19.
  3. L’uso delle radioguide è obbligatorio
  4. Il costo della radioguida (Euro 1,5 a persona) è a carico dei partecipanti e dovrà essere corrisposto alla guida turistica prima dell’inizio della visita.
  5. Il numero massimo di visitatori per ogni visita all’aperto è di 20 partecipanti 
  6. Il ritrovo dei partecipanti è 15 minuti prima dell’orario d’inizio per la spunta dei nomi a cura della guida turistica e la distribuzione delle radioguide.

 

Baggio-Parco delle Cave

Il Parco delle Cave è un esempio perfettamente riuscito di come un’area abbandonata e degradata possa trasfomarsi in una eccezionale oasi di relax e natura, in totale continuità con la città costruita (ingresso principale in via Forze Armate).

Nelle campagne ad ovest di Milano, per secoli vivificate da una florida attività agricola, negli anni ’20 del ‘900 aveva avuto inizio una intensa estrazione di sabbia e ghiaia, che, cessata negli anni ’60, aveva lasciato il posto a degrado e sporcizia. Finalmente, nel 1997,  grazie alla convenzione stipulata tra il Comune di Milano e Italia Nostra Onlus (e con l’apporto del lavoro volontario di molti cittadini) ha avuto inizio quel recupero che permette oggi di disporre di 135 ettari di Parco pubblico urbano nel quale “perdersi” a piedi o in bicicletta attorno ai quattro laghi (le ex cave), apprezzatissimi anche dagli uccelli, riscoprendo orti e cascine, testimoni di un passato non troppo lontano quando Milano era “città di campagna”.

E aria di passato si può respirare nel centro di Baggio (Badalocum “bada al nome” o Badia aggeris “ abbazia del terrapieno), comune autonomo fino al 1923, con la sua impronta di antico borgo rurale, dove nel 1162, trovò rifugio parte della popolazione milanese esule dalla città conquistata con brutale violenza da Federico il Barbarossa. E al medioevo riporta visibilmente l’elegante  campanile romanico della chiesa vecchia di S.Apollinare (rifatta nel XIX secolo), voluta dall’importante famiglia “da Baggio” che nell’XI secolo diede i natali addirittura ad papa (Anselmo da Baggio, poi Alessandro II). Non resta, per dirla in milanese, che andà a Bagg a sonà l’òrghen!

 

Per info e prenotazioni: compilare il form di prenotazione raggiungibile a questo link:  https://www.confcommerciomilano.it/it/associazioni/categoria/gitec/index.html , indicando cognome, nome, telefono e titolo del tour per cui si prenota. Le prenotazioni sono aperte fino alle ORE 12 di VENERDI’ 14 MAGGIO

Il quartiere Isola, spirito tenace e acque miracolose

Proprio perché ‘isolata’ dal centro di Milano, non per distanza, ma per la presenza storica della ferrovia, l’Isola’ è un quartiere dalla personalità particolarmente marcata.

E tanto più intrigante è scoprire come quest’angolo di mondo, con la sua forte identità operaia e il suo spirito tenace, ha saputo riconnettersi al tessuto milanese, cambiando volto, senza perdere l’anima, per diventare oggi uno dei quartieri più ‘contemporanei’ e vivaci della città.

Se non restano più tracce dell’antico cimitero della Mojazza, o della Magna, il grande prato mangiato dall’urbanizzazione, sopravvivono invece il Santuario di S.ta Maria alla Fontana, con la sua acqua miracolosa,  e convivono serenamente le case di ringhiera, i condomini Liberty, le sperimentazioni razionaliste degli anni ’30.

Ma, soprattutto, sono arrivati gli avveniristici grattacieli della vicina Porta Nuova, si sono aggiunti i colorati interventi degli street artist e le voci allegre della movida milanese. Vecchio e nuovissimo in una sola anima!

 

Per info e prenotazionicompilare il form di prenotazione raggiungibile a questo link:  https://www.confcommerciomilano.it/it/associazioni/categoria/gitec/index.html , indicando cognome, nome, telefono e titolo del tour per cui si prenota. Le prenotazioni sono aperte fino alle ORE 12 di VENERDI’ 14 MAGGIO

Chiaravalle, la campagna in città (Parco della Vettabbia)

Un viaggio nella Bassa milanese è una vera lezione di storia, di architettura e di natura, a pochi passi dal centro di Milano.

Pochi passi per noi, milanesi di oggi… ma un tempo, quando i cistercensi arrivavano a Chiaravalle, la città era lontana e la natura, intatta, aveva bisogno dell’intervento saggio dei monaci per diventare risorsa.

Comincia così, dall’anno 1135, il racconto di una lunga trasformazione.

Anzi, di molte trasformazioni. Quella spirituale dei cistercensi, quella architettonica del gotico, quella agricola delle bonifiche e delle opere idrauliche.

Trasformazioni che hanno lasciato segni profondi, visibili ancora oggi, nella mole in mattoni rossi che si staglia nel paesaggio, ancora incredibilmente silenzioso e quieto nella produttiva quotidianità del Parco Agricolo Sud… o forse meglio dovremmo dire, del Parco della Vettabbia.

Vettabbia è il corso d’acqua che da sempre irriga l’area sud di Milano e da cui, oggi, prende il nome un’area verde che ne ricostruisce il paesaggio rurale e ridà all’acqua la sua identità di protagonista della lunga storia, anche dell’Abbazia.

 

Per info e prenotazioni: compilare il form di prenotazione raggiungibile a questo link:  https://www.confcommerciomilano.it/it/associazioni/categoria/gitec/index.html , indicando cognome, nome, telefono e titolo del tour per cui si prenota. Le prenotazioni sono aperte fino alle ORE 12 di VENERDI’ 14 MAGGIO