Una città nella città, piazza Duomo e dintorni fanno da centro gravitazionale per tutti: milanesi, pendolari, turisti, city user.

DOV'E' - CENTRO

La Milano romana e medievale, rinascimentale e neoclassica è tutta racchiusa qui, fra il Duomo e il Castello. Qui la Scala, qui la Galleria, qui l'Arengario che ospita le mostre internazionali di Palazzo Reale e la pittura futurista e modernista del Museo del '900. Camminando per i portici di Corso Vittorio Emanuele fino a Piazza San Babila s'incontra lo shopping globale. Da S. Babila, principale snodo della futura metro blu, comincia via Montenapoleone e il Quadrilatero della Moda, la più alta concentrazione di luxury & fashion del pianeta. Tutto il mondo viene a far acquisti in Duomo, tutta Milano viene a lavorare negli uffici intorno al Duomo, tutta la Milano politica, finanziaria e culturale è all'ombra della Madonnina che sta sul tetto della gigantesca cattedrale gotica.

IL CAPOLINEA DI QUARTIERE

Anche se oggi sembra incredibile, il Duomo una volta era capolinea di tante linee di tram e bus e si poteva andare in auto in Corso Vittorio Emanuele. Oggi il capolinea in zona Duomo più topico è forse quello di via Dogana del Tram 15 (Direzione: Rozzano), posto com'è fra i ristoranti di Piazza Diaz (con gli autobus per l'aeroporto di Linate) e le panchine adiacenti al Museo del '900.

LA PIAZZA DEI LOCALS

Piazza Duomo appartiene a tutti, ma soprattutto ai turisti. I milanesi, in particolare se giovani e di periferia, amano ritrovarsi in Piazza Mercanti, centro del potere medievale quando Milano era ancora un libero comune. Una piazza nascosta e da scoprire, camminando su via Mercanti verso piazza Cordusio. Di sera ci sono ragazzi che ascoltano la trap o ciclisti scampanellanti, di giorno è un angolo di quiete insperato al riparo dal logorio della vita moderna.