Una selezione di tour unici e imperdibili per conoscere Milano e tutte le sue bellezze.

Per tutti i tour il meeting point è Infopoint YesMilano, via dei Mercanti n.8.

Orario partenza: 17.00.

E' consigliato registrarsi, se non si è effettuata la registrazione, presentarsi al meeting 5 minuti prima dell'inizio del tour.

Il tour sarà in italiano se i partecipanti saranno tutti italiani, in inglese o doppia lingua se ci sono anche stranieri.

16 giugno: Passeggiata nel quartiere di Brera

Passeggiata storico-artistica in esterno, lungo il Quartiere di Brera, famoso per la Pinacoteca e i locali frequentati dagli artisti e dagli studenti dell'Accademia di Brera; visiteremo il cortile principale dove si trova la statua di Napoleone Bonaparte dello scultore Antonio Canova e vi verrà illustrata la storia del palazzo e delle varie istituzioni presenti all'interno.
Durante il percorso incontreremo altri edifici e chiese come ad esempio l'ex Teatro Fossati, le chiese di S. Tomaso in Terramara, S. Maria del Carmine e a fine percorso la basilica di San Simpliciano ultima, in ordine di tempo, costruita ai tempi di S. Ambrogio.

18 giugno: Passeggiata da piazza Cordusio al Castello Sforzesco

Passeggiata storico-artistica in esterno, lungo il percorso da Piazza Cordusio (importante cuore economico, e non solo, di Milano) lungo via Dante, caratterizzata da vari ristoranti e negozi, che collega la piazza con il Castello Sforzesco uno dei simboli della Città di Milano di grande importanza storica (è stata la residenza di vari governanti di Milano) e anche artistica.
Il Castello Sforzesco è sede di diversi musei,(da quello archeologico a quello dell'arte moderna) in cui sono conservate opere di artisti importanti e famosi in tutto il mondo, ad esempio Leonardo Da Vinci e Michelangelo Buonarroti; il Castello è utilizzato anche come sede di eventi, sia musicali che artistici.

23 e 25 giugno: Spade, gioielli, signori e mercanti tra il Cordusio e il Castello Sforzesco

Dal Cordusio a piazza Castello: sempre dritto?
Si, ma non solo.
Il tour che collega due luoghi simbolo della città come la antica piazza Mercanti, a due passi dalla Cattedrale, e il Castello Sforzesco, sarà l’occasione per scoprire la storia e le trasformazioni del cuore pulsante della città ma anche per addentrarci nel reticolato di viuzze che fino a fine ‘800 erano quelle che si percorrevano per collegare i due importanti punti cittadini.
Ci immergeremo nelle cerimonie sforzesche, tra le armi e gli amori della corte più elegante del Nord Italia, scopriremo la ricchezza e la notorietà delle contrade dei mestieri, testimoni dell’operosità milanese creativa e tenace, in passato come ora, fino a percorrere la pedonale via Dante, vetrina elegante della svolta sociale e architettonica di inizio secolo.
Tra caffè e sperimentazioni architettoniche, teatri e scenografici palazzi, attraverseremo il centro cittadino nello spazio e nel tempo.

30 giugno: Il quartiere di Brera e i suoi tesori nascosti

Andiamo alla scoperta dei tesori di Brera!
Il nostro tour inizierà da piazza dei Mercanti, passeremo da piazza della Scala e imboccheremo via Verdi, una zona ricchissima di palazzi storici.
Proseguendo verso l’orto botanico di Brera la vostra guida vi racconterà come il quartiere sia cambiato nel corso dei secoli.
La via Borgonuovo, un tempo chiamata la contrada dei sicuri, è ancora oggi un luogo che ricorda le nobili casate che vi abitavano.
Oggi vi hanno sede il Museo del Risorgimento e il quartier generale di Giorgio Armani.
Sbucando in via San Marco ricorderemo la Milano dei navigli che non c’è più’.
Ancora eleganti palazzi lungo via Brera, dopo essere passati per la famosa e ricchissima pinacoteca.
Brera è anche  il quartiere degli artisti, alcuni diventati famosi, altri no, il cui ricordo è ancora evocato da luoghi come il bar Giamaica.
Questo tour ci permetterà di conoscere le diverse facce di Brera: elegante, chic e bohémien! 

2 luglio: Ticinese, una passeggiata alla scoperta di uno dei quartieri più antichi di Milano, tra storia e leggende

Partendo dalla piazza Mercanti, una passeggiata tra le vie storiche dei commerci milanesi, che hanno avuto un grande sviluppo proprio grazie alla presenza dei navigli.
Lungo via Torino e corso di Porta Ticinese, oggi dedicate allo shopping, ritroveremo le tracce degli antichi borghi che sorsero a ridosso delle antiche mura oggi scomparse.
Tante storie vere ma anche antiche leggende che si sono tramandate fino ai nostri giorni.
Le colonne, ora zona della movida notturna, con la basilica di San Lorenzo rimangono uno dei luoghi più’ suggestivi e ricchi di arte.
E dopo avere attraversano l’antica cittadella, ora corso di Porta Ticinese, arriveremo fino alla darsena, il vecchio porto di Milano e uno dei più importanti snodi fluviali.
Un itinerario per scoprire Milano sotto molteplici aspetti. 

7 e 9 luglio: Passeggiando lungo i canali, tra "gli angeli e i demoni“ del Ticinese

Da Porta Cicca (in dialetto Milanese) al Giambellino, lungo la Darsena ed il Naviglio Grande.

Dal punto d'incontro di piazza Mercanti 8 raggiungiamo a piedi il Carrobbio (da quadrivium , incrocio di 4 vie), passando davanti al Palatium (palazzo Imperiale) ora chiesa di S. Giorgio a Palazzo, arriviamo alla nostra prima tappa: il Parco delle Basiliche, che sorge nel cuore del Quartiere.

Entriamo quindi dalla Porta Ticinese detta anche Cicca, il nome avrebbe diversi significati, quello più in voga, anche se il meno probabile è che venga dallo Spagnolo “Chica” ragazza, sarebbe stata perciò la Porta dedicata alle donne nubili: ma ci sono altre versioni, assai curiose e divertenti, che vi racconteremo.
Giungiamo poi alla Darsena, il porto fluviale della città, ai Navigli Grande e Pavese, unici canali artificiali sopravvissuti, alla rete capillare che circondava il centro città.
Qui sono presenti ben tre Atenei, eccellenze della città, tra cui l'Università commerciale Luigi Bocconi, conosciuta a livello internazionale e che attira studenti da tutto il mondo .
Nelle ex Fabbriche ristrutturate dai migliori Archi Stars del momento sono diventati importanti musei, come il Mudec, Ansaldo e Armani Silos.
Alle vecchie Osterie/Cicchetterie, dove si gustava “la cotoletta e L’ossobuco” si fondono oggi Pizzerie ed Happy Hours, le case di Ringhiera sono diventate chic, ma resiste un'autentica anima popolare.
Insomma un crogiolo, sempre in fermento d'attività, poiché “a Milan se sta mai cui man in man”.

14 e 16 luglio: Milano è Moda

Milano è indissolubilmente legata alla moda e all’atmosfera delle sue vie più blasonate, dove si concentrano i brand di maggior richiamo per gli estimatori dell’eleganza e del lusso.
Tra i tanti nomi noti e importanti ci sono quelli che hanno fatto la storia della metropoli e contribuiscono a promuoverne l’immagine a livello internazionale.
Il tour “Milano è Moda” è un avvincente viaggio nella storia all’insegna della bellezza e della creatività, intriso di curiosi aneddoti, personaggi eclettici e di segreti gelosamente custoditi dalle maison del Quadrilatero d’oro.
Durante la passeggiata scoprirete le origini del mito “Made in Italy”, ammirerete le ricercate vetrine che si affacciano sulle vie del quartiere più chic della Capitale della moda.
Ad accompagnarvi ci sarà Anastassia Lavrikova, guida abilitata della città di Milano, con una lunga esperienza di collaborazione con le più rinomate case della moda italiana, tra cui Valentino, Dolce&Gabbana, Armani e Gianfranco Ferrè.

21 luglio: Milanottocento, Milanovecento

Nel nostro percorso andremo alla scoperta delle trasformazioni che hanno creato il volto odierno del centro di Milano, in quel fervente periodo tra l’Unità d’Italia e i primi decenni del Novecento.
È proprio in questi anni che la città assume il suo ruolo trainante di capitale italiana del commercio e della finanza, tra eleganti grandi magazzini e sedi di banche e della Borsa.
Nello stesso periodo, assistiamo alla rinascita del Castello Sforzesco e alla creazione di parco Sempione, il parco pubblico più grande del centro storico e sede dell’Esposizione Universale del 1906.

23 luglio: Le vie segrete di Milano

Percorriamo il centro storico di Milano, attraversando le strade che lambiscono i monumenti più iconici, ma anche intrufolandoci tra piazze e vie segrete meno conosciute.
Visiteremo piazza Duomo, la Galleria Vittorio Emanuele e il Teatro alla Scala, parleremo di Alessandro Manzoni, il più grande romanziere dell’Ottocento italiano, scopriremo vizi e virtù della borghesia milanese fin de siècle.
Attraversando poi le vie dello shopping, parleremo dell’evoluzione di Milano come centro di moda e design e rivivremo gli antichi fasti della Mediolanum romana.
Il tour termina in piazza San Babila, da dove potrete avventurarvi alla scoperta di boutique e showroom di respiro internazionale.

La visita parte dall’Infopoint di via Mercanti, di fronte al Palazzo della Ragione; proseguiamo lungo piazza Cordusio e piazza Affari, per scoprire i quartieri della finanza; arriviamo al maestoso Castello Sforzesco e concludiamo all’ingresso di Parco Sempione, in tempo per una passeggiata o un aperitivo nel verde.

28 luglio: Una Passeggiata da Cordusio al Castello

Una passeggiata da piazza Cordusio fino al Castello, alla scoperta di una delle vie principali della città, Via Dante e di uno dei luoghi simbolo di Milano: il Castello Sforzesco con il suo parco.
Via Dante, aperta fine Ottocento, è caratterizzata dalle facciate dei palazzi completamente diverse le une della altre.
Fa da sfondo il Castello, voluto dalla famiglia Visconti a protezione della città, e rammodernato da Francesco Sforza come simbolo del suo potere sul Ducato di Milano.

30 luglio: Una passeggiata alla scoperta di Brera

Una passeggiata alla scoperta di Brera, il quartiere più bohemien di Milano. A pochi passi da piazza della Scala, il quartiere è caratterizzata dal Palazzo di Brera, sede della Pinacoteca, contenete le opere simbolo del Rinascimento italiano e dell’Accademia di Belle Arti, frequentata da studenti di tutto il modo.
E’ il quartiere degli artisti e del design con i suoi cafè storici e le sue botteghe di antiquariato e modernariato.

4 e 6 agosto: Alla scoperta di Porta Ticinese

La zona di Porta Ticinese, molto amata e frequentata dai giovani, è uno dei quartieri più antichi della città e nasconde affascinanti testimonianze delle sue diverse epoche storiche.
La visita guidata sarà una passeggiata alla scoperta di quest’area partendo da Piazza Mercanti, cuore della Milano medievale. Passeggiando lungo via Torino arriveremo in Corso di Porta Ticinese dove il ricordo dell’epoca romana è ancora molto vivo, in particolare nella zona del Carrobbio, delle colonne di San Lorenzo e dell’omonima basilica.
A poca distanza troviamo ancora la Porta Ticinese di età medievale che ci riporta all'epoca in cui Milano era cinta da mura lungo le quali si aprivano porte e pusterle.
Attraversando il suggestivo Parco delle Basiliche raggiungeremo la basilica di Sant’ Eustorgio e concluderemo affacciandoci in Piazza XXIV Maggio per dare uno sguardo all’imponente arco neoclassico di Luigi Cagnola conosciuto come la Porta Ticinese più “moderna”.

18 e 20 agosto: Storie, leggende e curiosità nel cuore vibrante di Milano tra Duomo e piazza San Babila

Tra i monumenti più noti di Milano all'ombra della Madonnina e dell'elegante Galleria Vittorio Emanuele II, ci sono curiosità inaspettate come la "Walk of fame" milanese o i resti delle terme romane.
Monumenti e architetture di epoche diverse si stratificano, nascondono storie interessanti come quella del serpente visconteo o della scrofa semilanuta.
Vi immaginerete come doveva essere il popolare mercato di Verziere, che per diversi secoli si è svolto nei pressi del palazzo arcivescovile. Ricorderemo l'irriverenza e l'ironia dello Scior Carrera, antica statua che ormai si confonde nelle botteghe di Corso Vittorio Emanuele, ma che nel Settecento preoccupava non poco i regnanti perché i milanesi la usavano per fare satira antiaustriaca.
Piazza San Babila è una di quelle piazze dove l'architettura severa e austera degli anni '30 si mescola al glamour e allo shopping milanese.
È qui che è stato costruito il primo grattacielo milanese, ovvero la Torre Snia Viscosa.
La basilica di San Babila, purtroppo martirizzata dai bombardamenti è stata in gran parte ricostruita, ma non è meno amata, soprattutto per il leone sulla colonna, trofeo di guerra e stemma del quartiere cittadino.
Lungo il percorso ricorderemo personaggi come Beccaria, Manzoni, la Monaca di Monza… un itinerario ricco di curiosità, che vi mostrerà una Milano diversa, a volte ignorata da chi ha fretta.

25 agosto: Milano – I fondamentali

Una passeggiata alla scoperta dei fondamenti della milanesità, con partenza dal Palazzo della Ragione, cuore della città medievale, e arrivo al Castello Sforzesco, un tempo fortezza e insieme sontuosa residenza signorile. Si passerà per il Duomo, spettacolare cattedrale gotica e monumento-simbolo di Milano, la Galleria, centro dello shopping di lusso, il Teatro alla Scala, tra i più famosi al mondo per la lirica e il balletto, e il quartiere degli artisti a Brera, con i suoi angoli pittoreschi, boutique creative e ristorantini caratteristici.
Un itinerario tra storia, arte, cultura, musica, moda e buon cibo, indispensabile per poter dire di aver visitato Milano. 

27 agosto: La Milano che non ti aspetti

Una camminata per “palati fini”: dal sito dell’antico Foro Romano, oggi occupato dal palazzo della Pinacoteca e Biblioteca Ambrosiana, all’area del Teatro dell’antica Mediolanum, dove sorge l’edificio già sede della Borsa, per arrivare ai resti a cielo aperto del Palazzo Imperiale, da cui l’imperatore Costantino promulgò il leggendario editto di tolleranza a favore dei cristiani.
In Corso Magenta la passeggiata prenderà una “piega” rinascimentale: con la cinquecentesca chiesa di San Maurizio magnificamente affrescata, la Casa degli Atellani, nel cui giardino rivive la vigna appartenuta a Leonardo Da Vinci, e il complesso del Cenacolo e Santa Maria delle Grazie.
Per terminare tra i cortili del Castello Sforzesco, dove ancora risuonano i passi di cavalieri e principesse.
Un itinerario alla scoperta di una Milano che non ti aspetti.

1 settembre: Brera, storie di monasteri, bordelli e pittori

Quartiere noto per i suoi atelier di pittura e negozi di antiquariato, per la celeberrima Pinacoteca di Brera, e per i suoi locali serali, dove l'aperitivo, per i milanesi, è un appuntamento quasi obbligatorio…
Però ci sono tante storie da raccontare in questo quartiere, che forse ancora non sapete: i vecchi bordelli, chiese meravigliose un po' nascoste che però vale la pena di visitare, cortili nascosti che sono spesso teatro di splendidi eventi legati alla Settimana del Design…
Andremo alla scoperta di tutto questo con una piacevole passeggiata.

3 settembre: Dai re Magi alla Movida: il quartiere Ticinese

L’area di Porta Ticinese è antichissima: dalla Fonte di San Barnaba, in piazza Sant'Eustorgio, la cui origine si perde nella notte dei tempi, o alle vicende delle reliquie dei Magi, o ai mosaici paleocristiani della cappella di Sant’Aquilino a San Lorenzo.
Con la creazione del Naviglio grande e della Conca di Viarenna, l'area diventa uno snodo per l’arrivo delle merci e per l'arrivo dei preziosi marmi di Candoglia utilizzati per la realizzazione del Duomo di Milano.
La presenza dell'acqua caratterizza il quartiere: Naviglio Grande e Pavese diventano luoghi per lavare i panni, e anche (perché no?) perfetti per bagni rinfrescanti o attività sportive, ma sono importanti anche per la trasformazione del quartiere in una zona ricca di opifici e di laboratori, quindi in una zona popolare.
Negli ultimi 20 anni, grazie alla riqualificazione della Darsena dei Navigli, il quartiere è diventato il più ‘in’ di tutta la città, ma l'antica vocazione popolare è ancora visibile sbirciando bene…