Una selezione di tour unici e imperdibili per conoscere Milano e tutte le sue bellezze.

A questo link trovi il Calendario ufficiale con le date per i nuovi tours in partenza dal 22 settembre al 31 dicembre 2021. 

 

 

Per tutti i tour il meeting point è Infopoint YesMilano, via dei Mercanti n.8.

Orario partenza: 17:00.

E' consigliato registrarsi, se non si è effettuata la registrazione, presentarsi al meeting 5 minuti prima dell'inizio del tour.

Il tour sarà in italiano se i partecipanti saranno tutti italiani, in inglese o doppia lingua se ci sono anche stranieri.

6 e 8 ottobre: Milano e le sue gallerie

Una passeggiata da Cordusio a san Babila attraverso le gallerie del centro città, botteghe e caffè, alla scoperta della storia, dell’architettura e delle tradizioni milanesi.

13 e 15 ottobre: Alla scoperta di Porta Ticinese

La zona di Porta Ticinese, molto amata e frequentata dai giovani, è uno dei quartieri più antichi della città e nasconde affascinanti testimonianze delle sue diverse epoche storiche.
La visita guidata sarà una passeggiata alla scoperta di quest’area partendo da Piazza Mercanti, cuore della Milano medievale. Passeggiando lungo via Torino arriveremo in Corso di Porta Ticinese dove il ricordo dell’epoca romana è ancora molto vivo, in particolare nella zona del Carrobbio, delle colonne di San Lorenzo e dell’omonima basilica.
A poca distanza troviamo ancora la Porta Ticinese di età medievale che ci riporta all'epoca in cui Milano era cinta da mura lungo le quali si aprivano porte e pusterle.
Attraversando il suggestivo Parco delle Basiliche raggiungeremo la basilica di Sant’ Eustorgio e concluderemo affacciandoci in Piazza XXIV Maggio per dare uno sguardo all’imponente arco neoclassico di Luigi Cagnola conosciuto come la Porta Ticinese più “moderna”.

20 ottobre, 29 dicembre: Il volto monumentale della Milano ottocentesca e le destinazioni d'uso del Castello Sforzesco e i tesori del Parco Sempione

Il percorso, prevalentemente in esterno, vuole evidenziare l’ampliamento e lo sviluppo della città ottocentesca dal punto di vista della definizione del centro storico e monumentale, a partire dal centro urbanistico ed economico del capitalismo e della borghesia cittadina in ascesa, simboleggiato dagli istituti di credito di Piazza Cordusio, per poi procedere attraverso l’asse di percorrenza di via Dante, appositamente creato dai Piani Urbanistici dell’epoca, allineato a regimi di igiene e decoro urbano, verso l’area baricentrica di Piazza Cairoli e Foro Bonaparte, scenario di apertura del Castello Sforzesco. Entrandovi, osserveremo la struttura dapprima difensiva, poi residenziale, infine civica museale con le sue Istituzioni culturali presenti, a cominciare dal Museo della Pietà Rondanini, inaugurato in ottica MilanoExpo 2015 nell’ex Ospedale Spagnolo della piazza d’Armi. Si tratta di un modernissimo allestimento, ora completamente rinnovato ma che conserva ancora il fascino della storia. Dopo una passeggiata all'interno della Piazza d'Armi, della Corte Ducale e del Cortile della Rocchetta, usciremo dalla Porta di Barco e dal famoso “cannocchiale” fino a lambire il Parco Sempione, cercheremo la Biblioteca del Parco, l’Arena, il Ponte delle Sirenette, il Palazzo dell’Arte, la Torre Branca, dove svetta una delle torri di Milano, costruita da Gio Ponti nel 1933 e ristrutturata dai fratelli Branca a partire dal 1985, per poi concludere sotto l’arco trionfale dell’Arco della Pace.

22 ottobre, 31 dicembre: Alla scoperta del quartiere Navigli tra storia, vie d'acqua, progetti innovativi sulla mobilità sostenibili e personaggi illustri

Il percorso, interamente in esterno, vuole valorizzare il patrimonio storicoarchitettonico e ambientale del quadrante sud-ovest di Milano, percorrendo il tragitto Duomo-Carrobbio-Ticinese.
Iniziamo salendo sul tram n. 12, e durante il tragtto saranno presentate le testimonianze dell’architettura religiosa di via Torino: S.Maria presso S.Satiro, S.Sebastiano, S.Giorgio al Palazzo, il Carrobbio e l’asse del Ticinese con le Colonne di S.Lorenzo.

Alla discesa della fermata una breve incursione nel Parco delle Basiliche per ammirare i complessi di S.Lorenzo, S.Eustorgio ed il Museo Diocesano.
A seguire, la scoperta del quartiere e delle sua storia, con le caratteristiche case a ringhiera oggi molto riqualificate, le corti e i vicoli, la Conca di Viarenna a testimonianza del passato delle vie d’acque e dell’ingresso del marmo di Candoglia in città.
Entrando poi in piazza XXIV Maggio costeggiando il nuovo progetto della Darsena riqualificata in ottica Milano Expo2015 si apre il percorso, turistico e territoriale, delle Alzaie del Naviglio Pavese e Grande ed un passaggio alle attrattive principali dell’area: Conchetta, Vicolo Lavandai, Chiesa di S.M. delle Grazie al Naviglio, Centro dell’Incisore, Casa Merini, Ponte dello Scodellino.

Cenni sul progetto di riapertura dei Navigli milanesi, stato di avanzamento, le tratte interessate e il sistema territoriale dei 5 Navigli della Lombardia.
Chiusura in piazza XXIV Maggio sotto la porta del Cagnola, nei luoghi della movida notturna milanese.

27 e 29 ottobre: Il quartiere di Brera, alle radici della creatività contemporanea

Oggi è diventato il Brera Design District, ma il suo nome antico si deve alla celebre Pinacoteca, ospitata nel palazzo omonimo che racchiude uno dei più bei cortili barocchi di Milano, a due passi dal Teatro alla Scala. Il fascino del quartiere, tuttavia, va oltre l’arte. Perché nel corso dei secoli Brera passò dall’essere una delle zone predilette dall’aristocrazia, come testimoniano le facciate dei suoi palazzi, a quartiere bohémien dove botteghe artigiane, d’antiquariato e d’arte convivevano con bar e trattorie a buon mercato.

Negli ultimi decenni il successo di Milano come capitale della moda e del design ha regalato a Brera uno stile più contemporaneo, fatto anche di boutique di tendenza e raffinati negozi di design e arredamento. Eppure, il suo fascino d’antan sopravvive nelle stradine dall’antico selciato e nelle piazzette dove chiese ricche di storia sorgono a pochi passi da vecchie case di ringhiera ristrutturate, raccolte intorno a cortili che furono l’anima del quartiere.

3 novembre - Brera tra Fiori Chiari e Fiori Oscuri. Il quartiere degli artisti, delle prostitute e dei soldati

La prima tappa del nostro percorso sarà nella monumentale Piazza Scala, uno dei volti più rappresentativi della città di Milano a livello internazionale, grazie alla presenza del nobile Teatro e della statua di Leonardo da Vinci, che attirano turisti da tutto il mondo.
Ma girando l’angolo in Via Verdi i nostri passi ci porteranno subito in un quartiere dallo spirito diverso, un’irresistibile atmosfera fatta di viuzze strette, curiose boutique, gallerie d’arte, eleganti palazzi signorili, che la sera si anima tra caffè e locali pittoreschi. Brera si svelerà un passo dopo l’altro con i suoi personaggi dalle storie “chiare e oscure” e una tappa immancabile sarà il Palazzo della Pinacoteca e dell’Accademia, da sempre centro pulsante della vita artistica e bohémienne del quartiere.

5 novembre - dai mercanti alle Grazie lungo la direttrice di corso Magenta

Dal cuore della Milano medievale in Piazza Mercanti, il nostro itinerario a piedi prende le mosse tra le pieghe del centro cittadino, per accostarsi ad angoli ricchi di interesse, ma quotidianamente trascurati da occhi poco attenti. Noi ci prenderemo il tempo di sostare e raccontare storie nascoste di luoghi affascinanti, epoche antiche e personaggi che hanno reso unica Milano. Passando da Piazza Cordusio, percorreremo Corso Magenta che ci rivelerà molte sorprese, fino a giungere alla meravigliosa Basilica delle Grazie, dove lavorarono fianco a fianco nel pieno Rinascimento Bramante e Leonardo.

10 novembre - Passeggiata nel quartiere di Brera

Passeggiata storico-artistica in esterno, lungo il Quartiere di Brera, famoso per la Pinacoteca e i locali frequentati dagli artisti e dagli studenti dell'Accademia di Brera; visiteremo il cortile principale dove si trova la statua di Napoleone Bonaparte dello scultore Antonio Canova e vi verrà illustrata la storia del palazzo e delle varie istituzioni presenti all'interno.
Durante il percorso incontreremo altri edifici e chiese come ad esempio l'ex Teatro Fossati, le chiese di S. Tomaso in Terramara, S. Maria del Carmine e a fine percorso la basilica di San Simpliciano ultima, in ordine di tempo, costruita ai tempi di S. Ambrogio.

12 novembre, 15 dicembre: Passeggiata da piazza Cordusio al Castello Sforzesco

Passeggiata storico-artistica in esterno, lungo il percorso da Piazza Cordusio (importante cuore economico, e non solo, di Milano) lungo via Dante, caratterizzata da vari ristoranti e negozi, che collega la piazza con il Castello Sforzesco uno dei simboli della Città di Milano di grande importanza storica (è stata la residenza di vari governanti di Milano) e anche artistica.
Il Castello Sforzesco è sede di diversi musei,(da quello archeologico a quello dell'arte moderna) in cui sono conservate opere di artisti importanti e famosi in tutto il mondo, ad esempio Leonardo Da Vinci e Michelangelo Buonarroti; il Castello è utilizzato anche come sede di eventi, sia musicali che artistici.

17 e 19 novembre: Brera: Un negozio di profumi, un presepio e una ciminiera

Partendo da Piazza Mercanti, passiamo accanto alla Scala, la cui facciata dal carattere sobrio ed elegante, lascia spesso i visitatori un po’ sorpresi. Lungo via Verdi e Via Brera, tra gallerie d’arte e negozi di profumi, ci dirigiamo nel cuore del quartiere, verso il Palazzo di Brera, meta imprescindibile per gli amanti dell’arte. Ci avventuriamo lungo le sue strette vie acciottolate, oggi ricche di ristoranti e di locali, un tempo di ben altre case, e raggiungiamo San Marco con il suo inaspettato presepe. Ma la nostra visita non finisce qui. Diamo uno sguardo al vicino borgo di Porta Comasina, dove ci piace immaginare che i religiosi, gli artisti e le prostitute di Brera si mescolavano con i mercanti, i bottegai e gli operai di questo quartiere, la cui laboriosità è testimoniata da un’alta ciminiera. 

24 e 26 novembre - ECLETTICA E IN EVOLUZIONE: quattro passi con Luca Beltrami nella Milano di fine Ottocento

Un impeto di cambiamento animò gli animi dei milanesi dopo il 1861: una volta raggiunta la tanto agognata Unità d’Italia, Milano cambiò volto, ripensando a piazze, strade e palazzi. 160 anni dopo Milano non ha perso la voglia di evolvere. Mentre piazza Cordusio si prepara a una ambiziosa riqualificazione e via Orefici è oggetto di un progetto di riqualificazione, faremo un tuffo nella Milano di fine Ottocento, alla scoperta di nuove urbanizzazioni e sentimenti appassionati. Da Cordusio, lungo via Dante fino alla Torre del Filarete del Castello Sforzesco, una passeggiata nel cuore della città, sulle tracce di Luca Beltrami, uno dei grandi protagonisti dell’architettura eclettica milanese che ha cambiato il volto della nostra città e ha salvato Castello Sforzesco, dando inizio a un serrato e attento programma di restauri che lo riportarono all’antico splendore dei tempi di Ludovico il Moro e Beatrice d’Este.

8 e 10 dicembre: I caffè storici di Milano, botteghe di sapori e tradizioni

In una Milano contemporanea ed eclettica, nonostante i diversi cambiamenti avvenuti negli ultimi secoli e decenni, è ancora possibile scoprire quel mondo di Caffè e Pasticcerie che aveva caratterizzato la città tra ‘700 e ‘900.

Tra passato e presente, le botteghe storiche faranno rivivere la visione più dolce e politica della città. Aristocrazia, borghesia, cospiratori, letterati, Belle Époque svelano passo dopo passo usanze, interessi e azioni pensati e messi in pratica in diversi locali cittadini.

Durante la visita, numerosi aneddoti porteranno a reimmergersi nella vita quotidiana del tempo che fu, a ricordare macchiette milanesi catturate da diversi scritti e pitture.

Si riscoprirà anche la storia del Caffè, ingrediente nuovo e pregiato, fondamentale per l'invenzione di una nuova bevanda che sconvolse le abitudini occidentali.

Si rimarcherà infine la storia del Panettone, un dolce così noto ma dalle origini leggendarie e lontane.

1 dicembre: Spade, gioielli, signori e mercanti tra il Cordusio e il Castello Sforzesco

Dal Cordusio a piazza Castello: sempre dritto?
Si, ma non solo.
Il tour che collega due luoghi simbolo della città come la antica piazza Mercanti, a due passi dalla Cattedrale, e il Castello Sforzesco, sarà l’occasione per scoprire la storia e le trasformazioni del cuore pulsante della città ma anche per addentrarci nel reticolato di viuzze che fino a fine ‘800 erano quelle che si percorrevano per collegare i due importanti punti cittadini.
Ci immergeremo nelle cerimonie sforzesche, tra le armi e gli amori della corte più elegante del Nord Italia, scopriremo la ricchezza e la notorietà delle contrade dei mestieri, testimoni dell’operosità milanese creativa e tenace, in passato come ora, fino a percorrere la pedonale via Dante, vetrina elegante della svolta sociale e architettonica di inizio secolo.
Tra caffè e sperimentazioni architettoniche, teatri e scenografici palazzi, attraverseremo il centro cittadino nello spazio e nel tempo.

17 dicembre: Passeggiata dal Duomo di Milano fino a S. Babila

Passeggiata storico-artistica in esterno, lungo il percorso da piazza del Duomo caratterizzata dai portici e dal monumento a re Vittorio Emanuele II° e che collega il Duomo (cattedrale di Milano) con la Galleria Vittorio Emanuele II°; visiteremo in esterno il Duomo, uno dei simboli della città di Milano, cuore religioso della città e ricco di storia e arte sopratutto architettonica e scultorea. Percorreremo poi corso Vittorio Emanuele II° che collega il Duomo con la nostra meta finale, cioè piazza S. Babila, caratterizzato da vari negozi e dalla presenza della chiesa di S. Carlo al Corso e dei resti delle Terme Erculee. Infine giungeremo in piazza S. Babila, dove visiteremo in esterno la chiesa di S. Babila che dà il nome alla piazza.

22 e 24 dicembre: Milano – I fondamentali

Una passeggiata alla scoperta dei fondamenti della milanesità, con partenza dal Palazzo della Ragione, cuore della città medievale, e arrivo al Castello Sforzesco, un tempo fortezza e insieme sontuosa residenza signorile. Si passerà per il Duomo, spettacolare cattedrale gotica e monumento-simbolo di Milano, la Galleria, centro dello shopping di lusso, il Teatro alla Scala, tra i più famosi al mondo per la lirica e il balletto, e il quartiere degli artisti a Brera, con i suoi angoli pittoreschi, boutique creative e ristorantini caratteristici.
Un itinerario tra storia, arte, cultura, musica, moda e buon cibo, indispensabile per poter dire di aver visitato Milano.