Visto e documenti

Tutti i cittadini stranieri che intendono venire in Italia, devono esibire alle frontiere la prevista documentazione che giustifichi la motivazione e la durata del soggiorno previsto, nonché, nei casi previsti, la disponibilità di adeguati mezzi finanziari e le condizioni di alloggio.

 

Sono considerati validi per l’attraversamento delle frontiere e per il rilascio del visto, i seguenti documenti di viaggio:

  • passaporto:
    1 - diplomatico, di servizio (o ufficiale, speciale, o per affari pubblici) od ordinario
    2 - individuale o collettivo

Altri documenti di viaggio, equivalenti al passaporto, sono:

  • carta d’identità (Paesi appartenenti alla UE)
  • titolo di viaggio per stranieri
  • elenco di partecipanti a viaggi scolastici all’interno della UE
  • lasciapassare minori 15 anni
  • titolo di viaggio per apolidi
  • titolo di viaggio per rifugiati
  • libretto di navigazione
  • documento di navigazione aerea
  • lasciapassare delle Nazioni Unite
  • documento rilasciato da un Quartier generale della NATO al personale (militare e civile) e alle persone a loro carico (coniuge e figli).

In taluni casi dovranno essere muniti anche di visto. Quest’ultimo può essere richiesto presso le rappresentanze Diplomatiche e Consolari Italiane nel Paese di residenza.
Per verificare se un cittadino straniero ha bisogno del visto per entrare in Italia visita il sito dedicato del Ministero degli Esteri.