Non conosci ancora NoLo? Non ti preoccupare, abbiamo preparato per te una mappa per scoprire tutti i luoghi più caratteristici di NoLo che non puoi assolutamente perderti.

 

Gira il quartiere a piedi, in bici, col monopattino, coi mezzi, scoprine l’identità unica e preparati a diventare un vero Noler.

ScaricaScarica la mappa! - pdf 104.37 KB

STREET ART IN VIA PONTANO

Le strada come una galleria d’arte.

 

Da Via Pontano e Via Mosso a Via Zuretti e Via Lesa seguendo i binari della ferrovia, su muri che oggi sono musei a cielo aperto.

 

Sono decine i murales che si susseguono uno dopo l’altro per un’esplosione di colori ed energia.

 

Dalle crew più storiche ai talenti emergenti, da TDK a Urban Solid, chi si vuol far notare sulla scena street art lascia la sua tag qui.

PARCO TROTTER

Passeggia sul tracciato della vecchia pista dell’ippodromo che ha dato il nome a questo parco e goditi alberi secolari, rari per bellezza e dimensione, tra cui la quercia rossa, i platani e cedri del Libano. Divertiti nelle tante aree gioco adatte ai bambini.

 

E se ti piacciono calcetto, basket o volley tienti pronto: a settembre inaugurano i nuovi campi polifuzionali!

PIAZZA MORBEGNO

Non conosci NoLo se non vai in Piazza Morbegno, cuore storico del quartiere, caratterizzato dal passaggio del Tram 1, con le sue belle palazzine di inizio novecento tra cui spicca Casa Lavezzari (1935).

 

Tra un balcone liberty e un altro potrai scoprire i negozi, i locali e i ristoranti che caratterizzano NoLo e lo rendono una comunità molto integrata. Una passeggiata tra profumi e sapori da tutto il mondo.

PIAZZA ARCOBALENA

Cosa c'entra una balena con Milano? A NoLo (quasi) tutto è possibile.

 

Se da Via Piazza Morbegno percorri Via Venini dirigendoti verso nord ti ritrovi in una piazza davvero speciale, con una balena colorata al centro, piazza Arcobalena, appunto.

 

E’ il punto di aggregazione principale del quartiere, con la sua balena-mosaico che è diventata il simbolo di NoLo.

 

Molto più che una zona pedonale, qui si viene a giocare a ping pong e a bere un aperitivo informale dopo lavoro.

PIAZZA COTOLETTA/GIARDINO DEGLI ARTISTI

Se, invece, da Piazza Morbegno prendi Via Oxilia arrivi in Piazza Cotoletta come viene chiamata affettuosamente dagli abitanti per via della colorazione della pavimentazione dell’area pedonale.

 

Dopo la riqualificazione, avvenuta qualche anno fa, la piazza è stata resa pedonale, sono stati piantumati alberi e create delle aiuole, per poi essere ribattezzata ufficialmente Giardino degli Artisti.

MERCATO DI VIALE MONZA

Costruito nel 1933, questo grande mercato coperto all’incrocio tra Viale Monza e Via Crespi è stato uno dei primi in città: una struttura in cemento armato a tre navate progettata dagli ingegneri Massari e Secchi.

 

Una grande vetrata sulla facciata ad arco illumina gli interni, delimitati a soffitto da una grande volta a botte in cemento armato (oggi non più visibile) che ricorda le coperture metalliche tipiche delle stazioni e delle gallerie commerciali dell’800. Negli ultimi anni questo mercato è rinato grazie ad associazioni culturali che organizzano eventi e mostre al suo interno, e ai negozianti che hanno trasformato in banchi in spazi polivalenti, che rimangono aperti anche per l’aperitivo o la cena.

CHIESA DI SAN GABRIELE ARCANGELO

Segnalazione di architettura religiosa per questa chiesa progettata negli Anni ’50 dai fratelli Achille e Pier Giacomo Castiglioni, designer milanesi di fama internazionale, noti per creazioni “profane” che sono diventate famosissime icone, una fra tutte la celebre lampada Arco.