PADOVA

Un quartiere in trasformazione, lambito dal Naviglio Martesana

Delimitato a sud da via Pontano, questo lembo di periferia di estende fra la Martesana e viale Palmanova a nord-est di Milano. Forse il miglior modo di visitare il quartiere è prendere la verde e scendere a Cimiano non appena la metropolitana riemerge in superficie e camminare verso Turro, che fu sede del governo rivoluzionario durante le Cinque Giornate di Milano e che oggi è un antico quartiere in via di trasformazione.

 

COME CI SI ARRIVA

Con la M1 Rossa (Turro) o la M2 Verde (Cimiano, Crescenzago)

 

LA STRADA DEI LOCALS

 Probabilmente via Valtorta, la strada che taglia il quartiere in due da ovest a est e dove si concentrano tutte le attività commerciali, i pub e le steak house.

 

PERCHÈ VISITARLO

 Per il Parco della Martesana e la Cascina delle Nutrie, perché è come sentirsi a Nolo ma costa meno, perché è un dedalo di vecchi ponti e sopraelevate con vie che si riempiono di vita. Il canale della Martesana parte da via Gioia e ha il suo tratto migliore in questo quartiere. La pista ciclabile (che va fino all'Adda), la passeggiata libera, i ponti pedonali fanno della Martesana una delle mete preferite dalle e dai milanesi in cerca di una boccata d'aria e una schiscetta all'aperto o un aperitivo in cascina. La più ampia zona verde adiacente al canale è Parco dei Martiri Iracheni, dove amano anche ritrovarsi i ragazzi la sera per il suggestivo anfiteatro, molto vicino al Liceo Artistico Caravaggio.

 

NON TUTTI SANNO CHE...

La Torre del gruppo editoriale RCS, poco oltre la stazione della metropolitana di Crescenzago, è stata progettata da Stefano Boeri. Very Blade Runner.