Quartiere di classe media a ridosso delle mura spagnole e delimitato a nord da tre porte storiche: Ludovica, Vigentina e Romana, è dominato dalla presenza dell’Università Bocconi, dal suo grande campus  modernista di recente fortemente ampliato con l’apertura della nuova sede della scuola di management nell’ex Centrale del Latte, e dai suoi studenti e studentesse che vivono negli appartamenti e residenze universitarie sparse per il quartiere che di conseguenza ha un’altissima concentrazione di caffè, pokè, piadinerie e birrerie, sushi bar e cocktail bar.

Forse il distretto di Milano dove l’inglese è meglio parlato e tutte tutti fanno jogging al Parco Ravizza, fra giovani dei cinque continenti sempre sorridenti e indaffarati.

Porta Romana è uno dei quartieri più belli e vivi della città, sia per quanto riguarda le attività quotidiane che la vita notturna. Popolata da professionisti e studenti, la zona confina con lo Scalo Romana, raggiungibile da Piazzale Lodi e via Brembo, dove sorgerà un nuovo quartiere e nuovo parco intorno al Villaggio Olimpico. 

Il quartiere si sviluppa a sud dell’arco omonimo, risalente al 1596 e che faceva parte delle mura spagnole. Con un food district in cui potrete trovare enoteche, ristoranti tipici, caffè e librerie, un vivace mercato settimanale in via Crema (il Venerdì - metro gialla, fermata Porta Romana), Porta Romana ha davvero una sua forte personalità, accentuata dalla presenza nelle vicinanze di Fondazione Prada, un’istituzione unica in città con mostre e iniziative dedicate all’arte contemporanea internazionale. 

Molti teatri contribuiscono alla vivacità culturale della zona, tra cui il Franco Parenti, che mette in scena rappresentazioni classiche e contemporanee.  

 

COME CI SI ARRIVA

M3 Gialla: Crocetta, Porta Romana - Tram 9, 15, 24 - Filobus 90/91

 

LA PIAZZA DEI LOCALS 

Il luogo di ritrovo diurno del quartiere è Piazza Medaglie d’oro all’incrocio con Corso Lodi in corrispondenza del metrò. I rider ricaricano i telefoni e aspettano gli ordini di delivery fuori dai fast food. Amici e amiche si danno puntello per un pranzo nella libreria-caffè all’angolo con via Sabotino. Numerosi bar e negozi costeggiano i due lati del Corso fino a Piazza Buozzi, dove tutte/i le/i milanesi hanno mangiato almeno una volta il pollo arrosto dal grosso chiosco al centro della piazza.

 

PERCHÉ VISITARLO 

Perché è il quartiere più colto di Milano e i ristoranti e le enoteche che punteggiano le sue vie sono fra i migliori di Milano per qualità/prezzo.

Perché è un quartiere giovanile e vivace, pieno di cultura e spazi di coworking.

 

NON TUTTI SANNO CHE...

Al quartiere è dedicata la canzone popolare (e criminale) Porta Romana Bella. Giorgio Gaber ne fece una versione nel 1963-64 con un testo completamente diverso che l'artista milanese canta su un tram in un filmato d'epoca.

Scopri i ristoranti di Porta Romana

Esplora la piattaforma YesMilano Restaurants e prenota il tuo tavolo

Scopri tutto sui Filobus di Milano

Viaggio nel deposito di Viale Molise con ATM

Il deposito di viale Molise è un luogo che si lega a doppio filo – è proprio il caso di dirlo – con la storia del filobus a Milano. Si tratta di una storia che inizia quasi contestualmente a quella di Atm – l’azienda nasce nel 1931 mentre il primo servizio con filobus risale al 1933 e che ci racconta di un mezzo dai mille volti: ricco di un inesauribile fascino vintage nelle vetture Viberti che ancora fanno sfoggio in alcuni eventi aziendali, passando per l’instancabile efficienza delle linee circolari 90/91, fino ad arrivare ai nuovissimi filobus Trollino che dietro un nome quasi da fumetto racchiudono il massimo dell’innovazione e della tecnologia e si inseriscono a pieno titolo nel progetto Full Electric 2030 di Atm.

Un nome in ogni quartiere

Artista: Marco Goran Romano.

Curatela e produzione orticanoodles

 

Marco Goran Romano, alla sua prima produzione murale, affiancato dal producer e artista esperto, Orticanoodles. Marco Goran Romano è un pluripremiato illustratore e visual artist, vive e lavora a Jesi (AN).

Dal 2011 al 2015 ha lavorato all’interno della redazione di WIRED magazine, a Milano, e successivamente ha fondato lo studio Sunday Büro. Nel 2011 è stato inserito nella lista dei 10 migliori giovani designer stilata dal settimanale americano Adweek. In quegli stessi anni il suo lavoro è stato più volte premiato dalla Society of Publication Designer di New York, da Communication Arts, Applied Arts e Creative Quarterly. Inoltre è stato nominato da Print magazine come uno tra i 20 Under 30 - New Visual Artists del 2014, mentre nel 2018 gli è stata conferita la medaglia d’oro per l’illustrazione (categoria Design) da parte dell’Associazione Autori di Immagini. Nel corso della sua carriera ha avuto modo di collaborare con brand nazionali ed esteri, oggi invece potrete vederlo dipingere live a Milano in corso Lodi 12, non perdetevi la parte più avvincente della produzione murale: la pittura! Il cantiere è aperto e visibile da oggi a giovedi  16 settembre, dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 17.00.