Una città dove si respira arte e cultura e un territorio da esplorare per riscoprire le tradizioni legate alla buona cucina lombarda. Lodi è una delle mete ideali per un fuoriporta a un’ora da Milano. Bastano poco più di 40 chilometri di strada per cambiare scenario e trovarsi nel cuore della bassa Pianura Padana, una roccaforte di gusto e di sapori, dove i ritmi sono ancora quelli dettati dalla natura. Cosa vedere (e assaggiare) a Lodi in un weekend? Parti con una pausa a tavola.

I sapori tipici del Lodigiano

Impossibile arrivare a Lodi e non lasciarsi conquistare dalla buona cucina e dagli eccellenti prodotti gastronomici del territorio. Avrai certamente provato il Grana Padano DOP tipico del lodigiano. Ma forse non sai che in quest’area si producono diversi ottimi formaggi. Come il Granone Lodigiano PAT, il Pannerone, burroso e dalla pasta morbida, da mangiare con il miele e le noci, o la Raspadüra, formaggio servito in scaglie sottili da accompagnare ai salumi, o da usare per guarnire primi piatti gustosi, come il risotto, altro protagonista delle tavole locali.

 

Il viaggio nel gusto si conclude in dolcezza: prova la Torta Sabbiosa di Maleo, con crema al rum o cognac, la Tortionata, detta anche “torta di Lodi”, a base di mandorle e burro, gli amaretti di Sant’Angelo Lodigiano e i biscotti di Codogno, da tuffare in un bicchiere di crema lodigiana o in un calice di malvasia dolce. 

Poi, segui la strada Strada del Vino San Colombano e dei Sapori Lodigiano: potrai visitare le cantine che producono il San Colombano DOP. Il vino rosso prodotto con uva Croatina, Barbera e Uva rara, nella versione frizzante e ferma, che ben si sposa con la cucina tipica contadina e i salumi. Il bianco, che combina Chardonnay e Pinot Nero, è ideale per un aperitivo.

 

Da mettere in agenda, la Rassegna Gastronomica del Lodigiano, manifestazione dedicata alle eccellenze agroalimentari, durante la quale caseifici, aziende agricole, fattorie didattiche, salumifici e cantine aprono le porte ai visitatori per degustazioni e visite guidate.

 

Cosa vedere a Lodi

Dopo la pausa di gusto, concediti del tempo per visitare Lodi, tra le distese agricole della pianura e i boschi che accompagnano lo scorrere dell’Adda. Inizia da Piazza della Vittoria, una delle più belle d’Italia, e una delle poche al mondo con i portici che corrono su tutti e quattro i lati. Qui, si affaccia anche il Duomo medievale, mentre, poco distante, puoi visitare un gioiello del Rinascimento lombardo, il Tempio dell’Incoronata. Poi, puoi fare tappa al Museo della Stampa e Stampa d’arte

Il Festival della Fotografia Etica

Il fermento culturale di Lodi ha dato vita anche al Festival della Fotografia Etica, uno sguardo aperto sul mondo, su storie di sfruttamento e riscatto, raccontate attraverso gli scatti di fotografi professionisti provenienti da tutto il mondo. Nel corso del festival, che si tiene ogni anno, vengono proposte mostre, videoproiezioni, dibattiti e incontri. E vengono svelati anche le foto vincitori del concorso World Report Awards, giunto alla XIII Edizione.

Altre esperienze d'arte nei dintorni di Lodi

Prosegui il viaggio esplorando il Lodigiano. Perditi nelle 24 sale del Museo Bolognini, all’interno del castello di Sant’Angelo Lodigiano. Oppure ripercorri il cammino dei pellegrini e il passaggio del Po lungo la Via Francigena, ammirando la settecentesca Villa Litta ad Orio Litta.

Lasciati stupire dagli edifici Liberty, come Villa Biancardi a Codogno. E vivi le atmosfere medioevali, immerso nella campagna lodigiana, alla Basilica di Lodi Vecchio e all’abbazia cistercense di Abbadia Cerreto.

Un fuoriporta nel verde

Percorri la ciclabile della Muzza, un percorso di 35 km che collega Cassano d’Adda e Lodi; immergiti nel verde del Parco regionale Adda Sud o fai una romantica minicrociera lungo il fiume Adda. Puoi anche organizzare un’escursione sulla Golena del Po, per ammirare gli incredibili scorci lungo l’argine del fiume e la Riserva naturale di Monticchie.

 

Lodi: tutti i fuoriporta che vuoi, poco fuori Milano