Per gli amanti degli sport acquatici, una tappa obbligata è sicuramente quella ai meravigliosi laghi del territorio.
La Lombardia è conosciuta, infatti, come la regione dei laghi: con i suoi cinque laghi maggiori e i numerosi bacini minori, è l’area dell’arco alpino con maggior concentrazione di specchi d’acqua.
Tra i cinque laghi maggiori solo due sono interamente lombardi: l’Iseo e il Lario (più conosciuto come Lago di Como). Ma conosciamoli meglio.
 

 

1.    LAGO D’ISEO

La balneazione sul lago d'iseo è consentita ovunque. I centri velici sono tra i primi sorti in Italia e il canottaggio si pratica tutto l’anno. I venti che soffiano dalle valli permettono giornate adrenaliniche agli amanti di windsurf, kitesurf e wakeboard. Nelle località di Sulzana e Sarnico,  circoli velici organizzano escursioni in barca a vela. Per i sub sono varie le occasioni di immersione con l'appoggio dei club locali. Per maggiori informazioni visita:

2.    LARIO O LAGO DI COMO

Sport per tutti i gusti anche sulle acque cristalline del Lago di Como (il terzo per superficie tra i laghi italiani ma il primo per perimetro e profondità): kitesurf, wakeboard, windsurf, barca a vela, canoa e kayak, immersioni, canyoning con guide intorno al lago e pesca sportiva. Sul Lago di Como si può praticare la vela principalmente nelle località dell'Alto Lago, grazie a correnti favorevoli, ma ci sono centri velici anche lungo la sponda orientale del Lario. Per organizzare la tua attività preferita:

3.    LAGO DI GARDA

Gli sport protagonisti al Lago di Garda (il primo per dimensione in Italia) sono senza dubbio il windsurf e la vela. Le località dove poter praticare queste attività sono Torbole, Riva, Malcesine e Gargnano, dove due sono i venti soffiano con una certa intensità e regolarità: l'Ora, che soffia da sud verso nord da tarda mattinata fino a pomeriggio inoltrato e il Pelér, che spira da nord a sud dalle prime ore del mattino fino a mezzogiorno. Questo flusso d'aria, tanto costante quanto puntuale, è l'instancabile motore degli eventi velici di altissimo livello che si organizzano sul Garda. Per i più temerari, che desiderano lanciarsi nell'acqua gelida, tra torrenti, ripide cascate e burroni , il canyoning è sicuramente lo sport più indicato. Le località situate a nord-ovest del lago sono quelle più adatte dove praticarlo. Il tutto avverrà nella massima sicurezza, grazie alla presenza di guide esperte e con la giusta attrezzatura. Per organizzare la tua attività preferita sul Lago di Garda: 

4.    LAGO MAGGIORE O VERBANO

Il Lago Maggiore (o Verbano) è il secondo lago italiano. Grazie al clima mite durante tutto l’anno, molti sono gli sport acquatici sempre praticabili: canoa, yachting, vela, sci nautico, kitesurf , wakeboard, attività subacquee e flyboard. Il Lago Maggiore è uno dei luoghi più spettacolari al mondo per praticare la vela: sulla sua superficie soffiano la Tramontana e l'Inverna, il primo spira nelle ore mattutine dalle montagne verso la pianura, mentre il secondo si fa vivo nel pomeriggio, soffiando in direzione opposta, consentendo agli amanti di questa disciplina di cimentarsi nel loro sport preferito lungo tutto l'arco della giornata.

5.    LAGO D’IDRO

Il più grande tra i laghi minori è il Lago d’Idro (o Eridio), cui spetta il primato della maggiore altitudine tra i laghi prealpini lombardi. Il lago, di origine glaciale, si trova nella provincia di Brescia al confine con la Provincia autonoma di Trento. Di forma allungata, circondato da alti monti, è cinto da ripide sponde. Grazie alla costante presenza dell'Ander, il vento costante, creato dall’incanalarsi delle brezze alpine tra le sue pareti rocciose, il Lago è amato dagli amanti della vela e del wind-surf.  Per il vento che soffia da Sud a Nord nelle ore pomeridiane, il lago è percorso da Est a Ovest da wind-surf e barche a vela, mentre solo la parte settentrionale del lago, a Ponte Caffaro, dove il vento ha maggiore pressione, è dedicata agli amanti del kite surf. La mattina, invece, non soffia vento e diventa terreno ideale per la pratica del canottaggio: diverse società sportive infatti si recano sul lago d'Idro ogni anno per allenarsi.

DA NON PERDERE

A Manerba del Garda, l’Isola dei Conigli.

Come il nome suggerisce, una delle sue particolarità è proprio la presenza sul territorio di numerosi conigli ormai abituati alla compagnia degli umani. A renderla ancora più unica è il fatto di poterla raggiungere a piedi, quando le condizioni lo permettono, tramite una striscia di fondale che la collega con la terraferma dove sorge il Campeggio San Biagio. Nei periodi di acqua molto bassa, infatti, il livello arriva alle ginocchia. Per i meno avventurosi e in caso di maltempo è attivo un servizio di taxi-boat a pagamento.
I dintorni dell'Isola dei Conigli sono molto frequentati dagli amanti delle immersioni subacquee. Lo Scoglio dell'Altare, è sicuramente uno dei più conosciuti siti di immersione del Lago di Garda. La parete scende fino alla profondità di 150 metri, ed è famosa per due grandi balconate ricoperte di spugne gialle e per una grotta che presta rifugio a grossi esemplari di pesce persico reale, lucci, tinche, anguille e alborelle.

Sul Lago Maggiore a Stresa, per una giornata in armonia con la natura, merita una visita Villa Pallavicino. Una combinazione fra giardino botanico e zoo. Nel parco che circonda la villa trovano posto alberi di magnolia, sequoie, un imponente cedro del Libano e prati ben curati, delimitati da rododendri, camelie, azalee. Le serre contengono invece specie più esotiche. Gli animali sono relativamente liberi di muoversi e, passeggiando nel parco si possono incontrare più di 40 specie diverse: lama, zebre, capre tibetane, daini, canguri, fenicotteri, cigni, e pappagalli colorati. 
 

On the same theme

 / 
Tutti +