Ultima Cena di Leonardo da Vinci

Storia e analisi del capolavoro patrimonio mondiale dell'UNESCO

Convento della Chiesa di Santa Maria delle Grazie - Refettorio
Piazza Santa Maria delle Grazie 2

Il Museo è aperto dal 4 maggio da martedì a sabato 9:45 - 19:00 (ultimo ingresso 18:45) e domenica 14:00 - 19:00 (ultimo ingresso 18:45). Prenotazione obbligatoria dal 3 maggio su questi canali:
- on line sul sito https://cenacolovinciano.vivaticket.it/
- scrivendo all’indirizzo cenacologruppi@adartem.it
- tramite call center al numero +39 02 92800360
Le prenotazioni apriranno il lunedì di ogni settimana e sarà possibile acquistare biglietti solo per la stessa settimana.

 

ATTENZIONE: L'opera è visitabile soltanto su prenotazione

 

Una delle opere più famose e misteriose del mondo, studiata, ammirata, protagonista di libri e film, patrimonio dell’Unesco: l’Ultima Cena o Cenacolo di Leonardo da Vinci si trova a Milano, nel Refettorio della Chiesa di Santa Maria delle Grazie
Il Signore di Milano Ludovico il Moro la commissionò all’artista più famoso del tempo, Leonardo, che allora si trovava al suo servizio, per celebrare la casata degli Sforza nella chiesa che fece costruire come luogo celebrativo e mausoleo della sua famiglia. Leonardo lavorò a quest’opera dal 1494 al 1497, eseguendo nello stesso tempo altri dipinti.

 

Il Moro offrì a Leonardo un terreno proprio di fronte a Santa Maria delle Grazie, in modo che fosse vicino all’opera da completare. Questo diventò la famosa Vigna di Leonardo, ora giardino della Casa degli Atellani, aperta al pubblico.

 

Davanti a noi si compie un evento drammatico del Vangelo di Giovanni, l’attimo in cui Cristo, seduto al centro e circondato dagli apostoli, rivela il tradimento di Giuda. Un momento intenso, rappresentato da un tumulto di espressioni. Chi gesticola, chi si alza, chi si avvicina. Un fermento di gesti e sguardi, stupore e meraviglia, sgomento e confusione ruotano attorno a Gesù. 

 

Leonardo ha costruito la scena usando la prospettiva con al centro Cristo, creando l’illusione che lo spazio della sala continui anche all'interno del dipinto, rendendo lo spettatore partecipe di quello che sta accadendo. Gli utensili e la tovaglia raffigurati sono quelli dell’epoca di Leonardo, altro segno di contemporaneità.

 

Il dipinto necessita di molta attenzione per la sua conservazione: per questo le visite sono contingentate ed è necessario prenotare molto in anticipo la visita.
Leonardo infatti sperimentò non solo nella raffigurazione della scena, ma anche nella modalità di creazione: non utilizzò la tecnica dell’affresco (la più usata per i dipinti murali), ma tempera mista su gesso. L’opera diede subito segni di deterioramento, e già settant’anni dopo il suo completamento era molto rovinata. Il restauro terminato negli anni ’90 ha riportato alla luce i colori originari. 

 

Vedere il Cenacolo è una delle esperienze da non perdere nella visita a Milano. Prenota subito il tuo biglietto! Se vuoi continuare il tuo viaggio sulle orme di Leonardo in città, qui trovi tutti i nostri suggerimenti.

 

CURIOSITA’

 

  • Si dice che Leonardo da Vinci abbia realizzato il proprio autoritratto nella figura di Giuda Taddeo. 
     
  • Quando i Francesi conquistarono la città, Napoleone fece trasformare la stanza in stalla per cavalli, incurante del capolavoro.
     
  • Durante i bombardamenti dell’agosto 1943, L’Ultima Cena si salvò per miracolo, restando per quasi due anni, fino alla fine della guerra, all’aria aperta, coperta solo da un telo e da sacchi di sabbia.
     
  • L’opera è stata replicata nel corso dei secoli da decine di artisti, fino all’età contemporanea. Ad esempio Andy Warhol ha realizzato 60 Last Suppers nella sua tipica rappresentazione pop in serie, e David Lachapelle, irriverente fotografo, ha realizzato Jesus is my homeboy, uno scatto in cui Gesù ha il collo tatuato e gli apostoli sono raffigurati come membri di una gang, che sul tavolo hanno appoggiato hamburger e bottiglie di birra.
Orari

Orari:

 

Martedì a sabato 9:45 - 19:00 (ultimo ingresso 18:45)

Domenica 14:00 - 19:00 (ultimo ingresso 18:45)

 

Chiuso tutti i lunedì e nei giorni: 1 gennaio, 1 maggio, 25 dicembre

Informazioni biglietto

Informazioni biglietto:

 

ATTENZIONE: L'opera è visitabile soltanto su prenotazione

- on line sul sito https://cenacolovinciano.vivaticket.it/
- scrivendo all’indirizzo cenacologruppi@adartem.it
- tramite call center al numero +39 02 92800360
Le prenotazioni apriranno il lunedì di ogni settimana e sarà possibile acquistare biglietti solo per la stessa settimana

 

€ 15 (incluso diritto di prenotazione) 

Ridotto: € 2 (+ € 2 per il diritto di prenotazione)

Per tutti i dettagli visita il sito ufficiale

Trasporti pubblici

Trasporti pubblici:

 

METROPOLITANA

Linea M1 rossa fermata Conciliazione o Cadorna
Linea M2 verde fermata Cadorna

TRAM

16

Servizi

Servizi:

Visite guidate
Accesso disabili
Telefono

Telefono

+390292800360 numerazione a pagamento, da rete fissa o mobile
800990084 numero Verde gratuito, da rete fissa
E-mail

E-mail

eventi@cenacolovinciano.net

Twitter

@cenacolov

LA PRENOTAZIONE E’ OBBLIGATORIA

Nelle vicinanze

 / 
All +

Prossimi eventi

 / 
All +