“Potrei benissimo rimanere ospite del cielo in cima al Duomo di Milano”

Hermann Melville

 

Anche dall'alto Milano è affascinante: campanili, torrioni, grattacieli, tetti in mattoni, terrazze fiorite e attici di vetro e acciaio compongono uno scenario tutto da scoprire. Da un lato lo sguardo spazia fino alle Alpi, dall’altro si spinge fino al Parco Sud e la pianura padana.

Senza dimenticare che il grattacielo più alto d’Italia si trova proprio qui, a City Life, e che il Duomo è l’unica chiesa gotica al mondo in cui è possibile camminare sul tetto. 

Seguici nel nostro itinerario per scoprire i posti migliori da cui osservare la città dall’alto e toccare il cielo con un dito.

1. Terrazze del Duomo

Indirizzo: Piazza del Duomo

 

Una delle esperienze indimenticabili per chiunque passi da Milano è senza dubbio salire sulle terrazze del Duomo. 251 gradini per arrivare sul primo livello o una veloce salita in ascensore portano sugli 8000 mq delle terrazze, il tetto calpestabile di una cattedrale gotica più grande del mondo.

Una selva di guglie, sculture e passaggi regalano emozioni ad ogni passo: tutto il mondo è rappresentato, da elementi della natura come frutti e foglie a personaggi storici come il pugile Primo Carnera o Arturo Toscanini. Negli anni ’30 ospitava persino un bar!

 

Mentre passeggiate guardate con attenzione i particolari scolpiti nel marmo che vi circonda, poi rivolgete lo sguardo al di là delle guglie: panorami mozzafiato si aprono davanti ai vostri occhi. Da un lato si riescono a vedere le Alpi e i grattacieli, dall’altro Palazzo Reale, il Museo del Novecento e tutta la città che si allarga ai vostri piedi.

 

Macchina fotografica o cellulare sono d’obbligo per immortalare la vista unica da 70 metri d’altezza!

Infine alzate lo sguardo verso la Madonnina, indiscusso simbolo di Milano, che domina splendente dalla guglia maggiore del Duomo a 108,5 metri d’altezza.

2. Highline Galleria

Indirizzo: Via Silvio Pellico 2

 

Già l’architetto che costruì la Galleria Vittorio Emanuele II, Giuseppe Mengoni, sognava di offrire a Milanesi e visitatori di ogni parte del mondo di ammirare dall'alto la città, i dettagli architettonici della maestosa Cupola e della Galleria, l'imponenza del Duomo, e, per i romantici, il tramonto sui tetti. 

 

Ora tutto ciò è possibile grazie a Highline Galleria, che da Piazza Duomo a Piazza della Scala ha completato il progetto originale delle strutture esterne, e permette di camminare su passerelle con terrazze costruite per ammirare il paesaggio. 

 

La Galleria Vittorio Emanuele II è lunga 196 metri e larga 14,5, e il passaggio sui tetti percorre i colmi del tetto per ben 250 metri.  
L’accesso è tramite due ascensori veloci posti all’interno del cortile di Via Silvio Pellico 2, adiacente a piazza Duomo.

 

UNA CURIOSITA': la Galleria, unica nel suo genere, ispirò in seguito la Torre Eiffel del 1889 (anno dell'inaugurazione dell'Expo in Francia) e al Palazzo di Cristallo di Londra del 1851 (anno dell’inaugurazione dell’Expo in Inghilterra).

3. Museo del Novecento

Indirizzo: Piazza del Duomo 8

 

Il luogo ideale per quello scatto da Instagram che fa spalancare gli occhi a tutti: è la sala Fontana del Museo del Novecento, che regala una vista mozzafiato sul Duomo e la piazza attraverso gli immensi finestroni che ne costituiscono le pareti.

 

Sotto la luce dell’immenso neon ideato da Lucio Fontana che ne decora il soffitto, regalatevi una pausa nella visita al Museo per immortalare questa vista. 
Vi consigliamo di arrivare qui al tramonto: il marmo del Duomo cambia colore a seconda della luce, e i riflessi gialli e rosati donati dal sole che scende rendono l’esperienza ancora più indimenticabile!

4. Torre Branca

Indirizzo: Parco Sempione - Viale Luigi Camoens 2

 

La Torre Branca, nel Parco Sempione, è alta 108,6 metri, superando di poco anche la sommità del Duomo.

 

Nata come torre littoria nel periodo fascista e disegnata dall'architetto Gio Ponti, fu costruita in soli 68 giorni usando tubi di acciaio speciale.
Dopo la ristrutturazione voluta dalla società “Distilleria Fratelli Branca”, da cui ha preso il nome che porta oggi, è stata riaperta alle visite del pubblico.

 

L‘ascensore interno alla torre consente di salire in poco meno di un minuto fino al belvedere, da cui si può godere di una vista spettacolare sul parco e tutta la città, fino alle montagne. Non è da tutti riuscire a guardare le sculture poste sopra l’Arco della Pace, poco distante, dall’alto in basso!

5. Grattacielo Pirelli

Indirizzo: Via Fabio Filzi 22

 

Sede della Regione Lombardia fino 2011, il “Pirellone”, così comunemente noto ai milanesi, è alto 127 metri. Grattacielo storico disegnato da Gio Ponti, si staglia davanti alla Stazione Centrale e accoglie i viaggiatori che arrivano in città.

Fu il primo edificio a superare l’altezza della Madonnina del Duomo di Milano, che per tradizione doveva rimanere il punto più alto della città. Per questo sul tetto del Pirellone è stata posta un'altra Madonnina in oro, copia in miniatura della sorella (85 cm contro i 4,16 metri della statua originale). La stessa cosa è stata fatta negli anni successivi su tutti i grattacieli che hanno superato questa altezza.

 

La vista che si gode dal Belvedere al 31° piano è impagabile, con un colpo d’occhio privilegiato sull’intrico dei binari che arrivano e partono dalla Stazione.

Il Belvedere è aperto in occasione di eventi particolari: vedi gli aggiornamenti sul sito ufficiale.

 

UNA CURIOSITA': una coppia di falchi pellegrini dal 2017 ha scelto come casa il tetto del Pirellone. Scoperti durante i lavori di ristrutturazione, i falchi Giò e Giulia (chiamati come l’architetto che progettò il palazzo e sua moglie) vivono nel nido artificiale che è stato creato apposta per loro.

Nella primavera 2019 sono nati Leo e Lisa, che hanno allargato la famiglia. Sono state installate due webcam che permettono di seguire la vita dei rapaci 24 ore su 24. Puoi osservarli anche tu a questo link.

6. Palazzo Lombardia

Indirizzo: Piazza Città di Lombardia

 

Un capolavoro di architettura moderna che ha cambiato la skyline di Milano: è il nuovo Palazzo della Regione Lombardia, un avveniristico complesso di edifici in cui ha sede il Governo della Lombardia. Con i suoi 161,30 metri di altezza, è stato per un certo periodo di tempo il palazzo più alto di Milano. Questo record è stato superato con la costruzione della torre Unicredit, che sorge poco distante, e ancora dal “Dritto” (grattacielo così chiamato per la sua forma, il più alto d’Italia) a City Life.

 

La particolare forma degli edifici dà vita ad una piazza coperta, battezzata piazza Città di Lombardia, che, con una superficie di 4000 mq, è considerata la piazza coperta più grande d’Europa.

 

Il Belvedere al 39° piano, con i suoi 150 metri di altezza, è il punto più alto aperto al pubblico da cui osservare Milano: un’esperienza da non perdere.

Sulle vetrate sono rappresentati i monumenti per aiutare i visitatori ad individuarli nella vasta distesa della città. Il calendario delle aperture gratuite è disponibile sul sito della Regione.

7. Monte Stella o Montagnetta di San Siro

Ingressi: via Cimabue, via Sant'Elia, via Terzaghi, via Isernia

 

Nulla a che vedere con le altezze dei grattacieli, ma se vi piace fare una passeggiata in un parco in città, salire sul Monte Stella, la cosiddetta “montagnetta di San Siro”, è ciò che fa per voi. Realizzata nel dopoguerra con le macerie dei bombardamenti, arriva a 50 metri, la stessa altezza della collinetta al Parco Alfa Romeo al Portello, collegato col Monte Stella da una passerella ciclopedonale. 

 

Da qui si gode una vista sullo Stadio Meazza San Siro e sulla città da fare invidia. E se vi piace fare sport, durante la salita potete anche approfittare dei percorsi lungo tutta la collina. Qui si allenano persino gli atleti per le distanze veloci di atletica e triathlon!

8. Torre di Fondazione Prada

Indirizzo: Largo Isarco 2

 

Fondazione Prada è diventato una dei luoghi più amati della città per la sua architettura particolare, frutto del recupero di una vecchia distilleria diventata centro all’avanguardia di arte contemporanea.

 

Oltre al Bar Luce disegnato da Wes Anderson, mecca di instagramer e influencer a caccia dello scatto perfetto, e la Hunted house, palazzina di quattro piani rivestita di foglia d’oro, la Torre all’interno dello spazio del Museo offre una esperienza immancabile: la vista sulla città.

Il lato sud della Torre presenta una struttura diagonale dentro la quale si inserisce un ascensore panoramico, da prendere assolutamente per osservare da vicino il rivestimento interno in onice rosa retroilluminato che sembra quasi bubble gum, e il panorama.

 

Esplorando le sale della Torre in cui è custodita la collezione permanente della Fondazione, tra cui i celeberrimi funghi a testa ingiù dell’artista dall’estetica “circense” Carsten Höller o i cubi dell’artista britannico Damien Hirst, si arriva al 6° piano alla terrazza panoramica, dove lo skyline della città diventa esso stesso un’opera d’arte.

9. Merlate del Castello Sforzesco

Indirizzo: Piazza Castello

 

Il Castello Sforzesco è sempre stato centro della vita della città, fin dalla sua costruzione. La vista dalle sue mura permette di tuffarsi nella storia e vedere i grandi cortili, il parco e la città da un punto di vista differente ed affascinante.

 

Per questo, un appuntamento da non mancare è quello del tour delle merlate, gli antichi camminamenti sulle mura utilizzati dalle guardie che difendevano il castello dagli attacchi. Non dimentichiamo che gran parte dei sistemi di difesa furono disegnati da Leonardo da Vinci

 

Sono necessarie scarpe comode e tanta voglia di esplorare una vista dall’alto diversa da tutte le altre.

Tutte le informazioni sul sito ufficiale.

10. Civico Planetario Ulrico Hoepli

Indirizzo: Corso Venezia 57

 

L’ultima tappa di questo itinerario è un po’ diversa dalle altre: non siamo noi che saliamo verso il cielo, ma è il cielo che scende da noi. O, almeno, nella cupola del Planetario, uno dei luoghi più affascinanti di Milano.

 

È il più grande d’Italia ed è stato inaugurato nel 1930. Prende il nome dallo strumento che vi è installato: il planetario. Si tratta di un sistema di proiezione che riproduce, con estremo realismo, l’aspetto del cielo stellato e i fenomeni astronomici osservabili da qualunque luogo della terra nel passato, nel presente e nel futuro. È posto al centro di una sala sormontata da una cupola emisferica che funge da schermo di proiezione.

 

Il profilo dei pannelli intagliati alla base della superficie interna della cupola, riproduce le sagome degli edifici all’orizzonte di Milano come apparivano negli anni ’30 dai giardini di Porta Venezia, quando l’edifico fu costruito. Oggi lo skyline della città è decisamente diverso, ma vedere quel profilo sul muro fa fare un salto nel tempo indimenticabile.

 

Prenota il tuo posto per uno degli eventi al Planetario per immergerti nel cielo stellato… stando comodamente seduto nel centro di Milano!

 

 

UNA CURIOSITA': nel 1969 al Planetario venne trasmesso, in esclusiva per l’Italia, il filmato dello sbarco dell’uomo sulla luna.