Life beyond plastic

L'opera vincitrice arriva in Piazza XXIV Maggio dal 10 al 22 luglio

Dal
Al
Piazza XXIV Maggio

"Non possiamo aspettare che le conchiglie diventino plastica”.
Matteo Vettorello

Questo il mantra che accompagna l'opera di Matteo Vettorello vincitrice del progetto Life Beyond Plastic: una riflessione insieme sulla consapevolezza dell'inquinamento dei mari causato dalla plastica monouso e sulla ritualità nella nostra contemporaneità come sensibilizzazione emotiva in un luogo d’incontro della città che permette una riflessione sociale ispirate alle culture antiche.

Partecipa anche tu all'opera d'arte pubblica dal 10 luglio al 22 luglio in Piazza XXIV Maggio.

 

Ma di cosa si tratta? Il Sintonizzatore di decongestione ambientale è un'installazione di arte pubblica che consente di misurare la nostra capacità di percepire il presente ed è nata dallo studio degli strumenti musicali tradizionali quali gli idiofoni a scuotimento, il bastone della pioggia per intenderci. 

 

Questo strumento in origine era un tronco di cactus essiccato, dentro al quale venivano conficcate le spine del cactus ed era utilizzato per riti propiziatori della pioggia in periodi di siccità. Le piccole pietre o i frammenti di conchiglie inserite nella cavità del cactus, poi sigillato alle estremità, con il movimento urtano le spine e producono un suono simile all’acqua che scorre.

 

Vettorello ricostruisce lo strumento attraverso l’automazione domotica, lo ingrandisce e utilizza materiali moderni riciclabili.

Qui i dettagli dell'opera

 

 

 

Vedi anche

 / 

Nelle vicinanze

 / 
Tutti +

Prossimi eventi

 / 
Tutti +