Stadio San Siro

La Scala del calcio intitolata a Giuseppe Meazza

Piazzale Angelo Moratti

Lo stadio San Siro, voluto dall'allora presidente del Milan Piero Pirelli, è costruito nel 1925 nell'omonimo quartiere milanese, nelle vicinanze dell’Ippodromo del Trotto.

Progettato da Ulisse Stacchini e Alberto Cugini come campo ufficiale della squadra di calcio del Milan, è inaugurato nel 1926 con un derby amichevole vinto dall'Inter per 6-3. L’opera affascina gli spettatori, con i suoi sette ingressi (quindici nelle grandi occasioni), le due biglietterie, le tre tribune scoperte e quella d’onore, che può ospitare 9.000 posti a sedere sui 30.000 complessivi.

La struttura rimane di proprietà rossonera fino al 1935, quando è acquistata dal Comune di Milano e dal 1947 diventa l’impianto ufficiale anche dell’Inter, che fino ad allora disputava le sue partite all'Arena Civica.

Nel corso della sua storia lo stadio San Siro è stato più volte ristrutturato e ampliato: nel 1939 le quattro tribune lineari sono collegate con le quattro curve creando un unico anello dalla capienza di 55.000 spettatori. Nel 1955, con la costruzione del secondo anello la capienza sale a 100 mila spettatori e il 25 aprile 1956 sono inaugurati i posti popolari in occasione della partita Italia - Brasile (3 - 0).

Nel 1980 lo stadio San Siro è intitolato a Giuseppe Meazza, grande giocatore sia nella squadra dell’Inter, dove esordisce appena diciassettenne, che in quella del Milan.

In occasione dei mondiali del 1990, quando lo stadio Meazza San Siro è scelto per ospitare la partita inaugurale, gli architetti Ragazzi e Hoffner progettano la costruzione di un terzo anello indipendente, sostenuto da 11 enormi torri cilindriche esterne, oltre a un nuovo impianto di illuminazione e ad un sistema di riscaldamento del manto erboso. Il Meazza assume il suo aspetto attuale.

“La Scala del calcio” ha ospitato partite di Mondiali e Coppa Europa, finali di Coppa dei Campioni-Champions League, oltre alle partite di campionato. Numerosi anche gli artisti italiani e internazionali che hanno scelto lo stadio Meazza San Siro per i loro concerti.

 

DA NON PERDERE

Le quattro torri angolari dello stadio Meazza San Siro, alte ben 51 metri, che sostengono la copertura;

il Museo di Milan e Inter, che racconta la storia delle due squadre milanesi attraverso le vittorie, le coppe, le maglie, le prime pagine dei giornali.

 

ANEDDOTI E CURIOSITA'

San Siro, il quartiere dove sorge lo Stadio Meazza, deriva il suo nome da un piccolo borgo medievale conosciuto per la sua chiesa “S. Siro alla Vepra” e per aver dato ospitalità ai milanesi dopo la distruzione della città ordinata dall'imperatore Federico I nel 1162.

Allo stadio San Siro, per verificare un gol dubbio di Rivera in un derby, nel 1967 è utilizzata per la prima volta la “moviola”.

Informazioni biglietto:

Biglietti Museo + Tour stadio
Intero € 17
Ridotto € 12
Gratuito: bambini sotto i 6 anni, disabili accompagnati

Trasporti pubblici:

METROPOLITANA
Linea lilla (M5): fermata San Siro Stadio

TRAM
16

AUTOBUS
49

In occasione delle partite di calcio esiste un servizio di navette dalle fermate di Lotto e Lampugnano (parcheggio di interscambio) della linea M1.

Servizi:

Accesso disabili

Prossimi eventi

 / 
Tutti +