Museo Alessi

Passato e futuro di una storica collezione di design

Via Privata Alessi 6 - Crusinallo di Omegna (Verbano-Cusio-Ossola)

Il Museo Alessi nasce per volontà di Alberto Alessi e viene inaugurato nel 1998 per conservare il prezioso patrimonio storico della “Fabbrica dei sogni”, come fu definita la Fabbrica da quando fu fondata.

L’intento è nello stesso tempo anche quello di acquisire costantemente tutti gli oggetti, i disegni e gli apporti di qualsiasi natura, rilevanti per la memoria del progetto e in generale per la storia dell’oggetto di uso domestico.

 

E’ una meta ideale per una giornata fuori porta all’interno della fabbrica di Crusinallo di Omegna (Verbania), vicino ai paesaggi del Lago d’Orta e al Lago Maggiore (ricorda  però che la domenica è chiuso).

 

Trovi una vasta raccolta di oggetti anche misteriosi e apparentemente lontani da una loro funzionalità: prototipi di progetti mai realizzati, ricerche su nuovi colori o finiture, semilavorati e poi oggetti raccolti per decenni in tutto il mondo, allestimenti d’autore, stampati e progetti, cataloghi, riviste e pezzi rarissimi che ne fanno una ricca collezione del design del XX secolo.

 

Da non perdere
Gli oggetti di più ampio successo: la teiera “Bombè” disegnata nel 1945 da Carlo Alessi; la caffettiera espresso “9090” progettata da Richard Sapper (il primo pezzo aziendale incluso nella collezione permanente del MoMa di New York); la fruttiera-scolatoio di Achille Castiglioni; l’apribottiglie “Diabolix” di Biagio Cisotti; i barattoli “Kalistò”, in acciaio inossidabile con pomo in alluminio di Clare Brass; i portagrumi, sempre in acciaio di Cecilia Cassina. Ma anche le vetrine e i 23.000 oggetti in esse conservati, i 19.000 disegni o le 20.000 immagini fotografiche.
 

Aneddoti e curiosità
Come altri musei d'impresa, offre ai visitatori la visuale sul mondo che si cela dietro un oggetto di design, ossia non solo il prodotto finito, ma anche quel fitto intreccio di fattori da cui nasce il prodotto industriale: dalla decisione di crearlo, a tutte le modifiche dovute ai limiti della produzione industriale, a quell’infinità di scambi, relazioni e scoperte, talvolta accidentali, dai quali sortisce un prodotto industriale.

 

Dettagli utili
Varie le attività rivolte al pubblico quali mostre temporanee, lecture, pubblicazioni.                           
E’ possibile anche accedere alla biblioteca ed allo spaccio aziendale

 

 

 

 

 

Orari

Orari:

Visite gratuite su appuntamento, su richiesta anche in lingue inglese, esclusi sabato e domenica

 

Lo spaccio aziendale  è aperto tutti i giorni dalle 9.30 alle 18 e il lunedì dalle 14 alle 18; chiuso la domenica

Informazioni biglietto

Informazioni biglietto:

Il Museo è visitabile su appuntamento

Telefono

Telefono

+390323868611
E-mail

E-mail

museo.alessi@alessi.com

Prossimi eventi

 / 
Tutti +