ATTENZIONE: i musei sono chiusi fino a nuove disposizioni.

 

Ecco a voi la listicle dei 5 musei da vedere assolutamente a Milano. Sceglierli non è stato facile. Del resto... davanti a una così vasta scelta di beltà, come fare? Tranquilli, arriviamo noi di YesMilano in vostro aiuto segnalandovi i più importanti musei della città meneghina, affinché almeno una volta nella vita visitiate quelli che abbiamo ribattezzato come "i fantastici 5".

 

Ecco, dunque la nostra top 5 dei musei più belli e importanti di Milano, da non lasciarsi assolutamente scappare.

 

Pinacoteca di Brera

La Pinacoteca di Brera è un vero e proprio scrigno d'arte. Caravaggio, Leonardo, Van Dyck, Hayez, Rembrandt, il visionario Bramantino, Mantegna, Piero della Francesca; questi solo alcuni dei grandi artisti le cui opere potrete ammirare al suo interno. La pinacoteca è un assemble unico al mondo di opere pittoriche che va dai classici dell’arte pre-giottesca fino alle esperienze avanguardiste del Novecento il tutto all'interno di una delle più raffinate e al contempo tipiche cornici architettoniche meneghine. 

Pinacoteca (e biblioteca) Ambrosiana

Istituita nel 1618, quando il Cardinale Federico Borromeo donò la sua collezione di opere d'arte alla Biblioteca Ambrosiana (anche questa a oggi visitabile), che aveva fondato nel 1607; la Pinacoteca Ambrosiana ospita alcuni dei più straordinari capolavori di tutti i tempi di autori quali Caravaggio, Raffaello, Tiziano, Botticelli piuttosto che Jan Brueghel. Piccola curiosità: passeggiando tra una sala e l’altra si possono scoprire anche delle vere e proprie curiosità, come i guanti indossati da Napoleone a Waterloo o la teca contenente una ciocca di capelli di Lucrezia Borgia. Come vuole la tradizione architettonica milanese al suo interno troverete anche uno splendido chiostro. 

Pinacoteca del Castello Sforzesco

Oltre 230 opere. Questo il numero degli straordinari capolavori dell'arte esposti nella Pinacoteca del Castello Sforzesco - opere che coprono un arco temporale che va dal Quattrocento al Settecento. Vi troviamo una grande concentrazione di opere sacre "al femminile" come  la Madonna in gloria tra santi di Andrea Mantegna, la Madonna col Bambino di Giovanni Bellini e la Madonna dell'umiltà di Filippo Lippi. Unica nel suo genere la Camera di Griselda, allestita con affreschi quattrocenteschi staccati a tema zodiacale, che ricostruisce l’ambiente e le proporzioni che aveva nel suo luogo di origine ovvero il Castello di Roccabianca in provincia di Parma.

Museo del Novecento

Imparare la grande storia dell'arte italiana del XX secolo in un pomeriggio? Vi sarà possibile visitando il Museo del Novecento sito proprio nella centralissima Piazza Duomo. Dal Futurismo all’Informale, dal Figurativo all’Astrattismo, dalla pittura alle installazioni di neon, dall' Arte Programmata all'Arte Povera; qui potrete trovare tutto questo lungo un percorso di ben 4.000 mq espositivi. Passeggiando in questo fantastico e scenografico museo con la sua rampa elicoidale che conduce fino alla cima della torre dell’Arengario con vista sul Duomo, apprezzerete non solo l'arte ma anche la città da un punto di vista decisamente inedito.

Fondazione Prada

Fondazione Prada è il posto ideale per chi oltre all'arte contemporanea, vuole anche un museo glamour e alla moda. Lo spirito della Maison Prada si respira nell'architettura stesso dell'edificio che porta la firma dell'archistar Rem Koohaas e nello chicchissimo bar al suo interno firmato invece dal regista Wes Anderson. Insieme alla collezione permanente la Fondazione ospita anche mostre temporanee e un cinema in un dialogo costantemente innovativo con le arti del XXI secolo.