Bosco Verticale

Abitare in una foresta in centro città

Via Gaetano De Castillia

Il Bosco Verticale a Milano, inaugurato nel 2014 e progettato da Boeri Studio, rappresenta oggi uno dei simboli più prestigiosi della città. Un nuovo modello urbanistico di forte impatto ecologico, replicato in tutto il mondo con grande successo.

 

E’ composto da due torri, di 76 e 100 metri, situate a metà strada tra il vecchio quartiere di Isola e quello avveniristico di Garibaldi, in cui crescono su balconi e terrazzi 800 alberi, 4.500 arbusti e 15.000 piante, corrispondenti a 7mila metri quadri di un normale bosco orizzontale. Tra i rami diverse specie di uccelli hanno trovato il proprio habitat naturale.

 

5 CURIOSITÀ SUL BOSCO VERTICALE

 

  1. Bosco Verticale è stato premiato più volte per la sua sostenibilità: lo schermo vegetale creato dalle piante filtra i raggi solari, generando un accogliente microclima interno. Nello stesso tempo ‘regola’ l’umidità, produce ossigeno e assorbe polveri sottili e 30 tonnellate di anidride carbonica ogni anno. L’acqua che irriga il bosco è centralizzata per evitare sprechi: un impianto di sonde controlla i fabbisogni delle piante e l’acqua necessaria viene dal filtraggio degli scarichi grigi dei palazzi.
    L’insieme di tali caratteristiche è valso al progetto l’International Highrise Award del Deutschen Architekturmuseums di Francoforte (2014) e il CTBUH Award del Council for Tall Building e Urban Habitat dell’IIT di Chicago (2015) come miglior edificio alto del mondo. 
     
  2. La domanda sorge spontanea: come si fa a curare un bosco su un grattacielo? Con una squadra di “giardinieri volanti”, arboricoltori specializzati che sono anche esperti scalatori, che periodicamente si calano dall’alto come dei veri alpinisti, appesi a corde proprio come se stessero scalando una montagna.
     
  3. Sotto il Bosco Verticale passano le linee metropolitane M2 e M5, quindi è stato necessario studiare un sistema per impedire che le vibrazioni danneggiassero la struttura o disturbassero i residenti. Sono stati utilizzati materiali elastici per smorzare la vibrazioni che fanno “galleggiare” i palazzi e bloccano le onde sismiche.
     
  4. Bosco Verticale è talmente famoso che è stato inserito in uno dei giochi da tavolo più amati: Taboo. Magari ti è capitato di giocare e trovare la carta: per far indovinare alla propria squadra il nome, il giocatore di turno non può usare le parole ‘Milano’, ‘grattacielo’, ‘Boeri’, ‘alberi’, ‘foresta’. Ora che lo sai puoi far vincere la tua squadra!
     
  5. Vuoi provare l’esperienza di dormire in questa foresta in piena città? Su AirBnb puoi affittare un appartamento nel Bosco verticale per brevi periodi. Una casa davvero particolare per un weekend in città!

 

SCOPRI IL QUARTIERE ATTORNO AL BOSCO VERTICALE

 

Ti abbiamo preparato una guida per esplorare il quartiere

Informazioni biglietto

Informazioni biglietto:

 

Non visitabili all'interno in quanto palazzi privati

Trasporti pubblici

Trasporti pubblici:

METROPOLITANA

Linea M2 verde fermata Garibaldi FS e Gioia
Linea M5 lilla fermata Isola

Prossimi eventi

 / 
Tutti +