La Milano di Giada, Ida, Marco e Thora

Incontra i protagonisti della campagna di YesMilano "Un nuovo inizio. Un passo alla volta"

I percorsi preferiti dei quattro protagonisti del nostro video per tornare a vivere la città.

Giada Lanzotti

Giada, 23 anni, originaria di Serramazzoni, un paesino di 8.000 persone in provincia di Modena, si trasferisce a Milano per studiare Arti Multimediali all'Accademia di Brera. Nel 2018, al secondo anno, conosce Yunes e Alessio all'università e fondano insieme la pagina Milano da Scrocco, diventata un punto di riferimento per i giovani che vogliono vivere al massimo la città pur con un budget limitato. Così, Giada scopre innanzitutto la vocazione per la comunicazione e inizia a frequentare assiduamente iniziative milanesi di ogni genere: scoprire e partecipare davvero a 360 gradi a che cosa può offrire Milano, ci dice, è l'essenza del suo essere parte della città.

 

Ecco il suo commento su "Un nuovo inizio. Un passo alla volta": "Girare questo spot ha significato per me una sola cosa: libertà! Libertà quando lo abbiamo girato, perché dopo un mese che vedi solo te stessa ti manca davvero una cosa semplicissima come la normalità.
E libertà anche per il concetto che lo spot stesso vuole trasmettere. Tutta la troupe è stata fantastica e si è creata da subito un'atmosfera amichevole che ho adorato. Sono molto grata mi sia stata data questa bella opportunità!
".

Ida Marinelli

Ida Marinelli nasce a Verona, dove studia arte scenica e canto presso il Conservatorio. Già nel coro dell'Arena da giovanissima, a 21 anni arriva a Milano per studiare recitazione alla Civica Scuola d'Arte Drammatica "Piccolo Teatro", dove si diploma. Nel 1973 si unisce al Teatro dell'Elfo, di cui si considera a pieno titolo “fondatora”.

 

Ecco il suo commento su "Un nuovo inizio. Un passo alla volta": "Partecipare a questa produzione per me ha significato fare qualcosa che potesse essere utile. A casa uno si sente “inutile” nell'affrontare tutto quello che succede, a parte fare il proprio dovere civico e non uscire. Uscire per girare mi ha dato la sensazione di aver fatto qualcosa per gli altri… E vedere altre persone che hanno lavorato nelle stesse condizioni mi ha confortato, mi è sembrato di fare qualcosa di pratico, concreto, e io sono una persona pratica… È stato importante!
Riguardo al blocco dei teatri, ci vorrà tempo, ma blocchi del teatro ci sono sempre stati, in tutte le epoche…Pestilenze, epidemie, la sospensione di due anni ai tempi di Shakespeare, per volere di Elisabetta I…ma si è sempre ripreso e succederà anche questa volta.
"

Marco Mazzei

Marco Mazzei è nato a Grosseto ma vive a Milano da sempre. Ha lavorato per più di 25 anni in una casa editrice e oggi si occupa di innovazione e comunicazione. Gli piace viaggiare e vedere anche altri posti, ma nel tempo si è innamorato soprattutto della città in cui vive, grazie alla possibilità di percorrerla in bicicletta e alle persone che in questi anni hanno avuto tante idee e promosso iniziative per cambiare la propria vita e quella del loro quartiere, contribuendo alla felicità di tutti i cittadini. Abbracciami - La città intorno è il blog curato da Mazzei per rispondere al bisogno di un passo nuovo, dedicato a una mobilità nuova, sostenibile e ciclopedonale, per migliorare la qualità della vita di tutti nei quartieri della città.

 

Ecco il suo commento su "Un nuovo inizio. Un passo alla volta": "Per me è stato un onore partecipare a questo progetto per la mia città. Spero che questo racconto di un nuovo inizio in bicicletta possa indicare se non necessariamente una strada, almeno un'opportunità. Le bici hanno giocato sempre un ruolo importante nei momenti cruciali della vita delle persone da oltre un secolo, possono oggi regalarci la speranza di città che sappiano andare veloci, ma a una velocità umana. Insomma è stato un onore metterci la bicicletta, più che la faccia."

 

Thora Keita

Classe '86, nato e cresciuto a Milano da genitori Maliani in zona Cinque Giornate, Thora Keita dopo gli studi ha deciso di portare avanti l'attività di famiglia, il ristorante africano Balafon. Il locale, fondato nel 1987, è stato uno dei primi ristoranti del genere in città, precorrendo il gusto per la cucina etnica che si sarebbe diffuso nei decenni successivi. La sua Milano ha come centro il quartiere Città Studi e via Teodosio, dove è situato il suo locale.

 

Ecco il suo commento su "Un nuovo inizio. Un passo alla volta": "L'esperienza passata con le persone della produzione è stata suggestiva ed interessante, ma non essendo una persona abituata a raccontarsi non riesco a descrivere fino in fondo quello che ho provato durante la giornata, davvero intensa. Posso dire che attraverso le sensibilità dei ragazzi che hanno lavorato al video abbiamo voluto esprimere la volontà di affrontare una nuova dimensione di vita, un nuovo concetto di normalità. Spero possa fare sentire un senso di appartenenza e forza alle persone che lo vedranno. Un incoraggiamento a rivedere gli spazi attorno a noi e le persone che ci accompagnano nel quotidiano in maniera più umana ed onesta."

On the same theme

 / 
Tutti +