I più grandi musei milanesi hanno sviluppato in questi giorni alcune interessanti strategie di condivisione digitale non solo della loro collezione, ma anche della loro filosofia, del loro modo di approcciarsi alla bellezza e all’urbanistica cittadine. Tantissime le iniziative dedicate ai bambini e agli adulti con guide creative allo studio personale della storia dell’arte. Ecco qui una lista dei musei da esplorare (virtualmente) in attesa di un ritorno alle visite analogiche.

Per seguire tutto su Instagram l’hashtag da followare è: #museichiusimuseiaperti.

 

Musei del Castello Sforzesco

Puoi visitare virtualmente il Castello Sforzesco, scoprirne i percorsi segreti e i capolavori delle collezioni civiche conservati nelle sue sale grazie a un progetto di collaborazione fra Google Arts&Culture e i Musei del Castello, cui si accede dalla sezione "Media Gallery" del sito. Il tour offre varie possibilità esplorative: 8 storie tematiche, 288 approfondimenti su singole opere realizzati dagli esperti del Castello, 12 tour virtuali per visitarlo in anteprima.

Ogni giorno sui canali social del Castello (Facebook e Instagram) vengono pubblicati video che presentano le opere conservate nei Musei e scatti panoramici della struttura, mentre nella sezione "Al Museo in famiglia" del sito web ci sono disegni da colorare e idee per giochi e attività (come il Gioco dell'Oca a tema) per i bambini.

Inoltre, puoi accedere alla guida virtuale alla mostra "Una scrittura allo specchio. Leonardo da Vinci. I segreti della sinistra mano" allestita nella Sala del Tesoro del Castello. Infine, qui puoi trovare il link alle biblioteche (accessibili online le più belle immagini tratte dalle raccolte grafiche del Comune di Milano) e agli archivi digitali del Castello Sforzesco (nella sezione FotografieInComune potrai visualizzare più di 57.000 immagini conservate presso le Civiche Raccolte Storiche). 

Museo del Cenacolo Vinciano

Sul canale Youtube del MiBACT è disponibile un incredibile video che permette di seguire i lavori di restauro "in corso" al Cenacolo Vinciano, dislocato presso Chiesa di Santa Maria delle Grazie.

Pinacoteca di Brera

La Pinacoteca di Brera offre sul suo sito un tour virtuale in altissima definizione che consente di ammirare i capolavori conservati al suo interno, ad opera di autori quali Raffaello, Bellini e Caravaggio. Questa campagna di digitalizzazione offre un approccio estetico migliorativo rispetto alla visione "dal vivo": avendo l'opportunità di ingrandire l'immagine fino a 40 volte, potrai osservare dettagli altrimenti invisbili all'occhio umano. 

Pinacoteca Ambrosiana

Sul sito dedicato alla Pinacoteca Ambrosiana puoi trovare il catalogo digitale, la biblioteca digitale e la possibilità di effettuare Virtual Tour.

Inoltre, in occasione dei Cinquecento anni dalla morte di Raffaello Sanzio, la RAI ha prodotto il docufilm "Raffaello. Il genio sensibile", per la regia di Luca Trovellesi Cesana, che puoi guardare collegandoti alla piattaforma Raiplay. Attraverso questo avvincente viaggio di 90 minuti alla scoperta dell’universo dell’artista urbinate, potrai ripercorrere i passi del Divin fanciullo del Rinascimento italiano attraverso i luoghi da lui attraversati: Urbino, Roma, Firenze, Milano e San Pietroburgo.

In particolare, le location milanesi connesse all'opera dell'artista sono: la Pinacoteca di Brera per lo Sposalizio della Vergine; la Pinacoteca Ambrosiana per il cartone della Scuola di Atene e la sede della Raccolta Bertarelli presso il Castello Sforzesco per le incisioni di Marcantonio Raimondi.

Il documentario scorre altri tesori d'arte della città, come la Basilica di San Lorenzo Maggiore, Santa Maria presso San Satiro o il Chiostro dell’Abbazia di Chiaravalle, realizzato su disegno del Bramante (grande mentore di Raffaello e della sua scuola). 

GAM e Casa Museo Boschi Di Stefano

Nella sezione "Le collezioni" del sito ufficiale della GAM, accedendo a "Il percorso espositivo", potrai visitare le stanze della Galleria di Arte Moderna di Milano. Anche GAM è presente su Google Arts&Culture, dove potrai ammirare oltre 150 opere, accedere a mostre virtuali e visitarne alcuni spazi. Scaricando questa stessa app, potrai anche essere ospite virtuale della Casa Museo Boschi Di Stefano.

Palazzo Morando e Museo del Risorgimento

Puoi sfogliare la sterminata collezione di costumi conservata a Palazzo Morando - Costume Moda e Immagine sul sito del MeBiC (Musei e Biblioteche in Comune), a riconferma che Milano continua a essere "la città della moda".

Il MeBic accoglie anche una sezione dedicata a Palazzo Moriggia - Museo del Risorgimento, da consultare se intendi ampliare le tue nozioni su quel vivace periodo storico.

Reggia di Monza

La Reggia di Monza ti aspetta con moltissime iniziative online! Eccone qui un breve assaggio.

Fioriture in Reggia - Instagram photo contest: dal 2 marzo al 31 maggio 2020 la Reggia di Monza lancia un nuovo concorso fotografico, incentrato sulle fioriture primaverili e sulle collezioni botaniche erbacee, per valorizzare e promuovere le essenze floreali del territorio e scoprire le loro storie segrete.

#Losapeviche: visitando le pagine Facebook e Instagram della Villa Reale puoi scoprirne retroscena, aneddoti, curiosità e approfondimenti tematici. La Reggia è anche presente su Twitter e puoi scoprire di più anche sul suo canale YouTube.

Quiz in Reggia: ogni lunedì, mercoledì e venerdì del mese di aprile la Reggia di Monza ti mette alla prova con tre quesiti a rotazione su Villa Reale, Giardini e Parco!

Crucireggia: ogni martedì del mese di aprile la Reggia invita a trovare le soluzioni dei prossimi quattro appuntamenti che permetteranno di partecipare a questo intramontabile gioco, in occasione della campagna #iorestoacasa.

Puoi restare aggiornato sulle attività promosse dalla Reggia di Monza attarverso la newsletter dedicata.

 

Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci

Il Museo Nazionale delle Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci ha lanciato il format digitale riassunto dall’hashtag #storieaportechiuse puntando su un’idea innovativa di storytelling, alternativo alla classica visita dall’approccio più didascalico. Il museo propone tante nuove rubriche giornaliere per raccontare il suo “dietro le quinte” con incursioni nei depositi, curiosità sul funzionamento delle attività educative e di laboratorio, approfondimenti sui temi di attualità scientifica, sul materiale archivistico dell’istituzione e, ovviamente, sul Genio Vinciano.

Museo Civico Archeologico

Molto ricco anche il sito del Museo Civico Archeologico che, nella sezione "Le collezioni", offre interessanti approfondimenti sulle preziose antichità ospitate al suo interno.

ll Museo si è inoltre attrezzato per proporre schede e giochi didattici da scaricare gratuitamente, così da intrattenere i più piccoli avvicinandoli al tema dell'archeologia. Qui trovi tre giochi (allegati) da stampare e colorare, ma consulta il profilo Instagram del Museo per scoprire se sono pubblicate nuove attività!

Museo Teatrale alla Scala

Il Museo Teatrale alla Scala propone un calendario di eventi digitali dedicati a grandi e piccoli, accessibili sul sito, sul profilo Instagram e sulla pagina Facebook appena inaugurata.

Ogni domenica, l'attrice Augusta Gori conduce il ciclo “Museo Kids”, inaugurato il 29 marzo con la storia “Perché nacque la Scala!” e dedicato a storie, fiabe, aneddoti e misteri ispirati al Teatro alla Scala. L'appuntamento è alle ore 10:00 su @museoscala IGTV e su Facebook.

Il mercoledì è il giorno dei documentari realizzati in occasione delle mostre tenutasi al Museo negli ultimi anni e ispirate a grandi artisti: quello sul Maestro Toscanini è disponibile online dal 27 marzo, mentre “Mario Botta alla Scala” è stato trasmesso mercoledì 1 aprile, data di compleanno del grande architetto. L'appuntamento è alle ore 10:00 su @museoscala IGTV e su Facebook: non perdere l'episodio "Maria Callas alla Scala" pubblicato mercoledì 15 aprile!

Tutti i venerdì potrai attivare il programma "A spasso per l'App" ed esplorare virtualmente le sale del Museo scaricando la App dedicata e seguendone i percorsi.

Mudec - Museo delle Culture

Anche il Mudec punta al rafforzamento della sua ricca offerta multimediale, perpetrando la sua mission pedagogica e culturale. Ogni giorno, con l'iniziativa MudecDelivery, il museo offre numerosi contenuti speciali attraverso i suoi canal social Facebook, Instagram e Twitter. “Attraverso clip video, card animate, post divertenti, videointerviste e anteprime – scrivono dallo staff – raccontiamo i segreti della Collezione Permanente, i profili dei più grandi artisti ospitati nelle nostre mostre e le storie più emozionanti che hanno caratterizzato la vita del museo, le prossime mostre che il Mudec riserverà ai suoi visitatori, e dedicheremo in settimana uno spazio Kids (vietato agli adulti!) in cui i più piccoli potranno cimentarsi in giochi e attività artistiche; vi suggeriremo ricette gourmet dal mondo con lo Chef Enrico Bartolini e molto altro ancora”. Non perderti poi le storie di Instagram sulla mostra di Elliot Erwitt, dedicata ai diversi tipi di famiglia.

Fondazione Prada

Fondazione Prada cerca di trasformare un periodo di crisi in un’opportunità di approfondimento attraverso la creazione di nuovi linguaggi digitali capaci di garantire una comunicazione continuativa e di produrre un impatto culturale sulla città. Le iniziative sono molteplici: “Glossary” e “Readings” consentono un'esplorazione critica del suo archivio e delle sue pubblicazioni; "Accademia Aperta” prosegue la didattica museale dedicata all’infanzia; poi ci sono le visite virtuali - etichettate “Innerviews” - infine, le “Outer Views”, dove la visione viene allargata a ciò che riguarda il marchio Prada al di fuori delle proprie sedi, in particolare documentando il contributo scientifico ed espositivo della maison a istituzioni e musei esteri.

Hangar Bicocca

Anche il grande Hub milanese del contemporaneo continua in questi giorni un interessante dialogo con i visitatori attraverso i suoi canali social. Per l’Hangar si tratta di una sorta di ulteriore aderenza all’hashtag di democratizzazione dell’arte che da sempre contraddistingue la sua attività di comunicazione: #ArtToThePeople. Le attività proposte dal museo sono le più svariate: dalle playlist fino alle iniziative dedicate all’infanzia, guidate dall’hashtag #ArtToTheKids. Tra le proposte più interessanti segnaliamo Public Program/Trisha Baga (#AskTrisha): un progetto realizzato con l’artista Trisha Baga, che risponderà alle domande degli utenti per introdurli nella maniera più diretta possibile al suo universo artistico, permeato negli ultimi anni da un fortissimo impegno umanitario. 

PAC - Padiglione d'Arte Contemporanea

Passando all’arte contemporanea, il Pac - Padiglione d'Arte Contemporanea di Milano risponde all'appello #museichiusimuseiaperti dedicandosi ai più piccoli con i Family Lab Digitali, brevi video pensati come un’estensione web dei laboratori per famiglie che lo spazio milanese organizza da anni. Sono gli stessi artisti che in passato hanno esposto qui a curare la didattica dei laboratori digitali, disponibili sui canali Instagram, Facebook e YouTube del Museo.

Museo del Novecento

Il Museo del Novecento, oltre alla vastissima offerta digitale sui propri canali social, è su GoogleArts&Culture con 5 storie e 11 visite virtuali. Bellissimi i contributi audiovisivi qui raccolti, come le biografie video di Umberto Boccioni e di Lucio Fontana, o la top 10 dei capolavori conservati al suo interno.

Villa Necchi Campiglio

Villa Necchi Campiglio, bene del FAI - Fondo Ambiente Italiano dal 2001, è una raffinata casa degli Anni Trenta firmata dal celebre architetto Piero Portaluppi, con un delizioso giardino sempre aperto e arredi preziosi che restituiscono fedelmente l'atmosfera di vivace mondanità fra le due Guerre. In un'armoniosa fusione di arte e tranquillità, la Villa custodisce le collezioni Alighero ed Emilietta de Micheli, Claudia Gian Ferrari e Guido Sforni. Attraverso questo link puoi accedere al tour virtuale della Villa.

Gallerie d'Italia

Grazie a Google Street View potrai vivere un'esperienza virtuale molto suggestiva visitando le Gallerie d'Italia - sede di Milano: potrai così ammirare alcune opere della collezione permanente e scendere al piano inferiore per esplorare il caveau. 

Museo Poldi Pezzoli

Oltre alle storie su Instagram, il Museo Poldi Pezzoli ha avviato l'iniziativa "Aprile Virtuale" che propone:

- Visita guidata su Zoom alla mostra "Memos. A proposito della moda in questo millennio" sabato 18 aprile alle 11:00 (puoi registrarti e richiedere il link di accesso scrivendo a: servizieducativi@museopoldipezzoli.it)

- "Romanzo a puntate" con brani scelti dal libro "Arcanum" di Janet Gleeson e la presentazione di una delle porcellane appartenenti alla preziosa collezione del museo ogni martedì alle ore 11:00 su zoom (link richiedibile a servizieducativi@museopoldipezzoli.it)

- ogni mercoledì puoi trovare spunti per attività didattiche (per info scrivi a servizieducativi@museopoldipezzoli.it)

- ogni venerdì viene raccontata una storia di 20' per i più piccoli all'interno del progetto social #PoldiPezzoliStories, accessibile sui canali Instagram, Facebook e YouTube del museo.

 

Maua - Museo Arte Urbana Aumentata

Maua è un museo diffuso, a cielo aperto, fuori dai soliti percorsi e fuori dal centro, che presenta 119 opere di street art e murales sorprendenti, sparsi fra Milano, Torino e Palermo. L’esperienza e’ aumentata dalla forma digitale: ogni opera si trasforma in un lavoro di digital art, animata in realtà aumentata.
Puoi visitare il Museo anche anche da casa: da computer o tablet vai su https://mauamuseum.com/works/: clicca su un'opera, inquadra lo schermo con lo smartphone - su cui va installata la app Bepart - e la vedrai animarsi!

Museo Civico di Storia Naturale

Nella sezione esposizioni permanenti sul sito ufficiale del Museo trovi le spiegazioni dettagliate di ogni sala e una bellissima gallery fotografica

Acquario Civico di Milano

Lo splendido Acquario Civico di Milano offre un compendio online sul mondo della pesca, utilissimo per accrescere la coscienza ecologica sul tema della vita sott'acqua. 

Museo Bagatti Valsecchi

Il Museo Bagatti Valsecchi sul suo profilo Facebook propone i video "Forse non sapevi che..." in cui il conservatore Lucia Pini racconta curiosità ed aneddoti sulla Casa e le sue collezioni.

Dello stesso tema

 / 
Tutti +